Associazione Mazziniana italiana: “Con la vittoria si è finalmente concluso quel percorso di unificazione”

“Nell’occasione del centesimo anniversario della vittoria Italiana della Grande Guerra, soprattutto in un frangente come quello attuale in cui i valori democratici sono minacciati, vogliamo esprimere la nostra gratitudine nei confronti di coloro che hanno dato la loro vita per l’unità della Patria”. Ad affermarlo è Massimiliano Piffer, presidente della sezione di Trento dell’associazzione Mazziniana Italiana, che continua: “Con la Vittoria si è finalmente compiuto quel percorso di unificazione per il quale ha combattuto nel corso del Risorgimento Giuseppe Mazzini, insieme a tutti coloro che hanno dato la loro vita per questa causa.
Mentre l’unità politica è stata raggiunta non siamo però ancora riusciti a costituire un unico popolo, fatto dimostrato dai numerosi localismi e dalle diverse (assurde) ipotesi secessioniste. Il compito dei Governi a venire”, sostiene Piffer, “deve essere quello di portare avanti un lavoro culturale per far nascere un vero sentimento di identità, sia nazionale che Europea, così da superare quegli onnipresenti, dannosi ed anacronistici particolarismi”
“Un grazie particolare”, conclude Piffer, “ va a Cesare Battisti, il quale ha sacrificato la sua vita per un Trentino italiano, finalmente riunito alla madrepatria; un gesto che viene considerato dai suoi denigratori, nostalgici del dominio dell’impero asburgico, come un tradimento ma che in realtà dimostra solo il suo sincero patriottismo”.