Fa il bagno con il cellulare: 14enne muore folgorato nella vasca

0
1149

E’ morto folgorato domenica notte nella vasca da bagno, mentre cercava di ricaricare il cellulare. E’ successo a un ragazzo belga di 14 anni di Pont-de-Loup (Aiseau-Presles). Il giovane, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata vittima di una tragica fatalità.

Trasportato all’ospedale Marie Curie, i tentativi di rianimazione sono stati vani. L’adolescente morì poco dopo il ricovero. Il telefono galleggiava nella vasca da bagno.

Hugo, il nome dell’adolescente, era un giovane calciatore ed aveva un fratellino e una sorella maggiore. E non è il primo caso: già nel luglio del 2017 a Lovington, in New Messico, Madison Coe, 14 anni, era morta per lo stesso motivo. Voleva solo farsi un bagno e, nel frattempo, guardare gli aggiornamenti dei suoi amici sui social; ma quando il suo smartphone, in carica, è entrato in contatto con la giovane immersa nell’acqua della vasca da bagno per lei non c’è stato nulla da fare.

Ora, per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, questa è l’ennesima tragedia rimbalzata alle cronache che ci lascia increduli e attoniti.  “Ancora una volta – commenta in una nota stampa – in discussione i rischi connessi all’uso di telefonini e smartphone che sono diventati oggetti insostituibili nella vita di ognuno di noi. Proprio per questo, è necessario che le case produttrici adottino maggiori accorgimenti, anche in termini d’informazione ai consumatori per evitare che si ripetano casi analoghi”.