Bisesti: “Con gli asili nido gratuiti si vuole ottenere un nuovo diritto sociale per tante mamme”

La Lega passa dalle parole ai fatti sul tema dei diritti sociali. E lo fa attraverso un provvedimento storico per il Trentino: quello riguardante l’ordine del giorno, approvato nella giornata odierna, sugli asili nido gratuiti. E un primo ringraziamento arriva dal Segretario Nazionale della Lega Trentino e Assessore all’istruzione, università e cultura Mirko Bisesti. Proprio quest’ultimo, attraverso una nota stampa ufficiale, ha ribadido, ancora una volta, la vicinanza della sua Lega alle giovani coppie e alle famiglie spesso in difficoltà. “Dopo la riduzione reale del 18% del costo delle tariffe delle scuole dell’infanzia per il servizio di orario prolungato, – ha dichiarato – l’Ordine del Giorno approvato oggi dal Consiglio provinciale sugli asili nido gratuiti mostra ancora una volta come la Lega Trentino stia dimostrando la sua volontà di aiutare le giovane coppie trentine nel formare una famiglia”. “Si tratta di una proposta, – ha poi continuato l’Assessore alla cultura – che sebbene avversa a molti, trova il consenso di tanti elettori che hanno creduto nel nostro progetto di portare avanti diritti sociali. Un grazie a tutti e soprattutto al Capogruppo Dalzocchio per essersi fatta portavoce, assieme agli altri Capigruppo della maggioranza, di questa iniziativa”, ha infine concluso il Segretario.

Ringraziando ancora una volta tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione di un provvedimento storico per il terrirorio trentino. Nei fatti lo scopo è stato quello di impegnare la Giunta provinciale ad attivarsi nelle modalità considerate più opportune per elaborare, nel breve o medio termine, strategie di abbattimento definitivo delle rette dei nidi che possano sia concorrere ad un efficace contrasto dell’inverno demografico locale, sia rivelarsi funzionali ad una più agevole conciliazione tra famiglia e lavoro.

Avatar
Informazioni su Giuseppe Papalia 167 Articoli
Iscritto all'Ordine dei Giornalisti dell'Emilia Romagna dal gennaio 2018, è caporedattore della testata giornalistica Secolo Trentino dove si occupa di politica e società. Ha svolto un periodo di stage presso il quotidiano "L'Arena" di Verona all'interno della redazione sport e cultura e collaborato con alcuni giornali locali. E' laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi in sociologia delle comunicazioni di massa, dal titolo: "La comunicazione nell'era dello storytelling management: la narratologia nei media come strumento di controllo di massa". Attualmente frequenta il corso di laurea magistrale in Editoria e Giornalismo, con curriculum in Relazioni Pubbliche.