Riguardo le dichiarazioni del deputato del Movimento 5 stelle, Massimo Baroni, sul legame fra sesso e Reddito di cittadinanza (‘Con il reddito di cittadinanza tromberanno tutti come ricci’) è intervenuta la sessuologa Rosamaria Spina nel corso del programma Genetica Oggi, condotto da Andrea Lupoli, su Radio Cusano Campus.

 

“Personalmente non credo nel reddito di cittadinanza così come viene proposto –ha affermato la Dott.ssa Spina-, ma l’espressione colorita dell’On.Baroni apre una parentesi ampia e tocca una nota dolente: quella della crisi economica che incide, spesso anche pesantemente, sulla sessualità di coppia e del singolo. Se un uomo (o una donna) hanno una preoccupazione di natura economica, la loro attenzione sicuramente si sposta dal sesso e dall’attività sessuale su altro. Probabilmente ha ragione il deputato Baroni, con più soldi la coppia può essere sessualmente più vicina, magari con altri problemi, ma non quello economico che incide davvero tanto. L’osservazione dell’Onorevole Baroni è corretta e pertinente. I giovani con pochi soldi a disposizione compreranno poi meno preservativi, favorendo così le malattie a trasmissione sessuale. Oggi comunque chi ha più soldi può permettersi di avere figli rispetto a chi ha difficoltà economiche”.