Si è concluso ieri sera alla presenza anche di Daniele Bertè il percorso dei corsi di autodifesa tenuti a Rovereto. Il percorso ha visto 45 donne di tutte le età iscritte per soddisfare il bisogno di sapersi difendere da un’eventuale aggressione, tema divenuto ormai sempre più presente nella cronaca nazionale ed internazionale.

Secondo i dati raccolti da Bertè, consigliere circoscrizionale di Rovereto, il 15% delle iscritte ha avuto almeno un’esperienza negativa e ben il 95% non sapeva come difendersi prima dell’inizio del percorso. “Come consigliere – afferma Bertè – mi sento in dovere civico e morale di rendermi utile e propositivo verso i miei cittadini. Perché le proteste lasciano il tempo che trovano ma io voglio parlare anche e soprattutto di proposte“.

Tra le proposte presentate da Bertè c’è quella di parlare con le amministrazioni locali nella provincia di Trento per istituire corsi gratuiti di autodifesa, cercando così di arginare ai numeri in costante crescita in fatto di violenza sessuale e stalking.