CONTROSTORIA DEGLI ESAMI DI MATURITÀ

Ecco a voi una rapida spiegazione dell’esame di maturità.

Prima Prova: arrivano tutti impanicati, quando in realtà l’unico momento cruciale è il sorteggio degli orali. Che qualunque lettera venga estratta, sarà sempre quella sbagliata. Poi si scrive un tema. Chi ha studiato di meno si inventa politico-economista, chi ha studiato tutto scrive vita morte e miracoli di D’Annunzio (dimenticando che il tema era su Montale).

notte-prima-degli-esami

Seconda Prova: Non contenti di temi tra l’assurdo e il banale, vogliono vedere quanto siete bravi nelle materie d’indirizzo. e allora si passa da allegrissime versioni di latino e greco (dai titoli “Il dolore arma dell’uomo” o “Cicuta: un vino d’amare”) a problemi di matematica/fisica in cui si chiede da che altezza lanciare un sasso per schiacciare una nocciolina, considerando che la forza di gravità su Marte è pari a 0,8 m/s2 e che vi trovate su Saturno.

Terza Prova: Calci di rigore. Materie più disparate unite come nelle peggiori alleanze. Meglio noto come “Girone della Morte”, in genere questa prova suscita l’istinto suicida dei secchioni e quello omicida delle capre. I “metà metà”, sapendo perfettamente di non poter aspirare a più di 12 punti per non suscitare sospetti, iniziano a fare calcoli per capire a quanto arriveranno rispondendo un po’ a casaccio. Arrivati a 11 consegnano con espressione delinquenziale.

esami-maturita-stress

Prova Orale: Tradizionale sfilata di fine anno. I maschi, cosapevoli di non poter ambire a più di 85, presentano la tesina e poi si avvalgono della facoltà di non rispondere. Decisamente più spinoso il caso delle femmine: tacco 30, con chiaro riferimento implicito al voto da ottenere, e scollatura provocante nel caso peggiore. Nel caso migliore si presentano allo stesso modo ma la commissione è composta da sole donne, che non fanno una domanda che sia una sul programma ma passano l’intero esame a criticare le discutibili scelte d’abbigliamento. Argomento tipico della domanda di filosofia sembra essere “Ma secondo lei il braccialetto verde con la cartellina blu scuro ci può stare?”.

Voto Finale: dopo essere stati nel cassetto per ben 9 mesi, i prof possono finalmente appendere i quadri con i voti già preparati al momento della vostra iscrizione.

Quindi…state sereni.

Riccardo Ficara

Commenta per primo

Lascia un commento