In occasione della Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo indetta dalle Nazioni Unite, lunedì 2 aprile il mondo manifesta un segno di consapevolezza nei confronti della sindrome, cresciuta di dieci volte negli ultimi 40 anni. Dall’Empire State Building di New York alla Willis Tower di Chicago, dalla CN Tower di Toronto alla statua del Cristo Redentore a Rio de Janeiro sono tantissimi i palazzi, i monumenti e gli edifici pubblici che si tingono di blu. Tra questi la fontana di viale delle Palme ad Arco.
Chi è autistico vede il mondo con occhi diversi: solitudine, isolamento sono parole pronunciate spesso da chi vive con una persona con sindrome dello spettro autistico. La Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo è stata istituita con l’obiettivo di fare conoscere questa disabilità, promuovendo la ricerca e il miglioramento dei servizi. In occasione della giornata vengono organizzati in tutto il mondo eventi, letture, incontri, convegni e mostre per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sull’autismo. Il colore dominante della giornata è il blu, si rinnova infatti la campagna mondiale «Light it up blue», ideata dall’organizzazione Autism Speaks, che prevede di illuminare di blu i principali edifici delle città di tutto il mondo, come testimonianza della sensibilità nei confronti delle problematiche legate ai disturbi autistici.