IL VILLAGGIO DELLE MERAVIGLIE PER CHI?

0
45

Pergine Valsugana, sabato 16 novembre 2013 alle ore 17.00 apre il tipico mercatino Natalizio locale, denominato Il Villaggio delle Meraviglie di Pergine,  dal sito ufficiale dell’evento.

si scopre che l’edizione di quest’anno, la quarta per la precisione è dedicata alle minoranze linguistiche, una rassegna internazionale chiamata “Mondi Invisibili”.

Questo mercatino natalizio, che si terrà dal 16 novembre 2013 al 06 gennaio 2014, nasce dall’esigenza cittadina di festeggiare il Natale, tema caro alla fede cristiana, con bancarelle di artigianato perlopiù locale, che danno la possibilità alla cittadinanza di acquistare i doni per le imminenti feste in arrivo.

La novità legata all’evento è un concorso letterario, nel sito si parla del Primo Concorso Letterario “MONDI INVISIBILI”, un contest per racconti inediti scritti in Italiano come prima lingua e/o in una delle lingue praticate dalle Minoranze etniche regolarmente riconosciute dal governo italiano e dalla UE: i temi suggeriti non potevano che essere “Fiabe per bambini ispirate agli gnomi, alle creature fantastiche dei boschi e dei monti, alle miniere ed ai minatori” e “Racconti ispirati alle leggende delle minoranze etniche e linguistiche”. I lavori migliori per ognuna delle due categorie verranno valutati da una Giuria d’eccezione (richiesta anche la partecipazione dei Ministri Cecile Kyenge e Graziano Del Rio) e premiati con una somma di denaro, l’ospitalità a Pergine, un attestato e la pubblicazione di un EBook.

Sempre nel comunicato viene specificato che Perzenland & La Valle Incantata – Il Villaggio delle Meraviglie è resa possibile grazie alle aziende aderenti al COPI (Consorzio dei commercianti di Pergine), al Comune di Pergine con la nuova rappresentanza (assessori al commercio Sergio Paoli, al Turismo Franco Demozzi, alla Cultura Angela Leonardelli) alla pro loco di Pergine Valsuganaal Consorzio delle pro loco della Valle dei Mòcheni, insieme alle realtà associative perginesi, a Pergine Spettacolo Aperto, a Magic Pubblicità, ma soprattutto con il contributo finanziario della Provincia Autonoma di Trento (attraverso la Legge Olivi) e della Cassa Rurale di Pergine.

Quindi riassumendo, si evince che chiunque voglia partecipare al concorso, debba scrivere necessariamente e conoscere una lingua praticata delle Minoranze etniche riconosciute dal governo italiano e dalla Ue, chi non avesse i requisiti sopraccitati non è ammesso al concorso.

In un momento di profonda crisi, vista la mancanza di fondi per risanare l’economia della nazione, ci si chiede quanto fosse necessario un concorso come questo, che non va a valorizzare il territorio e il contesto nel quale è inserito. Vengono evidenziati premi di varia natura, anche in denaro, in modo da discriminare la popolazione autoctona che difficilmente avrà la capacità di presentare uno scritto con le caratteristiche richieste dall’organizzazione.

di Sabrina Conotter

Comments

comments