La ragazza che si è rifiutata di servire un gelato a Salvini ha lasciato il lavoro

0
610

Sembra aver perso il lavoro la ragazza che si è rifiutata di servire un gelato a Matteo Salvini perchè da lei reputato razzista. A dirlo su facebook una signora che si qualifica come la madre della commessa della gelateria.

“Io non servo razzisti”, con questa frase pare che una barista si sia rifiutata di servire Matteo Salvini, segretario della Lega. Secondo quanto riportato da Repubblica, martedì scorso Salvini si sarebbe recato in una gelateria che frequenta spesso e, al bancone, una delle ragazze avrebbe rifiutato di dare seguito alle ordinazioni giustificandosi con quella frase.

Da lì è iniziata una polemica sul destino della ragazza poco rispettosa dei clienti. Il proprietario del negozio dove prende il gelato Salvini ha affermato che la ragazza ha lasciato il suo posto di lavoro di sua spontanea volontà, non accettando il rimprovero fatto dal suo datore di lavoro che le voleva ricordare semplicemente che il cliente di lavoro ha sempre ragione.

Sulla vicenda è intervenuto poi proprio Salvini che, sempre su Facebook, ha smentito tutto scrivendo: “Sta scherzando vero? Mai fatta nessuna telefonata. Cosa si inventano pur di fare polemica”. Ci sarà mai stata la telefonata? O si tratta di una futile polemica? Intanto l’apparente madre della ragazza non ha reso più pubblico il post diffuso da tutti.