MODA:MANI CHE CREANO

0
39

“35 mila punti a mano per una giacca – 894 punti per il collo – 160 punti per unire la spalla al giro – 160 punti per imbastire le due maniche.. 25 ore per realizzare una giacca”.

Più o meno, tempi e punti sono questi! Quanto c’è dietro la macchina della moda e quanto è poco visibile la laboriosità di tante mani artigiane esperte e preziose? Mani che si prestano per realizzare i capi più pregiati di taglio sartoriale che si adattano naturalmente alla persona senza essere una capo su misura, mani che realizzano un progetto disegnato da uno stilista.

Dietro le quinte di una sfilata si nasconde una fitta rete di collaboratori ma in primis ci sono loro, i sarti i veri realizzatori dell’abito; ore di cucito tra aghi, imbastiture, asole, orli, ricami realizzati a mano con fili preziosi e pietre dipinte per armonizzarle con i tessuti; arte che fora il tessuto come in una danza ritmica, lo taglia, lo combina.

Come la tela di un pittore, la stoffa diventa viva, prende forma, si anima. Per la confezione del capo di sartoria la scelta del tessuto è accurata, nulla è lasciato al caso; dopo i bozzetti del Designer spetta al modellista interpretare e rendere realizzabile il capo attraverso un elaborato processo di progettazione e calcolo, confezionando uno o più prototipi in tela o con il tessuto definitivo che, dopo la correzione di eventuali difetti, determinerà la riuscita del modello. Ecco che, con passione e competenze tecniche, entrano in gioco i sarti per la confezione definitiva.

E’ proprio di questo che si tratta, talento e passione per la manualità e l’artigianato, beni preziosi che stanno ritornando ‘di moda’. Molte aziende hanno compreso che presentare l’autenticità del proprio prodotto attraverso la lavorazione manuale è più efficace che puntare solo sull’immagine.

Ricercatissime, nel campo della moda, sono le figure professionali come il modellista, il ricamatore o plisettatore; tanti stilisti, rari i veri maestri d’arte. A questo proposito, si stanno attuando molti progetti atti a far rivivere le botteghe d’arte, offendo a giovani talentuosi segnalati dai migliori istituti di formazione, la possibilità di imparare un mestiere unico e appagante. I maestri, con la loro cultura artistica e la passione, hanno il dono di trasmettere la capacità di mutare il pensiero in materia; il creare con le mani diventa espressione che caratterizza un territorio, il saper fare bellezza è radicato nella storia d’Italia. La creatività, infatti, ci contraddistingue da sempre.

Uno dei miglior made in Italy è nella moda, grazie al quale esportiamo tradizioni e al tempo stesso innovazioni; la qualità eccellente del prodotto Italiano va salvaguardata per il futuro di chi ha ancora voglia di creare, fare, produrre con passione e serietà e per chi sogna un futuro nella terra a cui appartiene.

Carla Manica

Comments

comments