NOBEL, SEI INCONTRI SUI VINCITORI DEL 2014

1
26

Conoscere le ragioni che hanno portato ad assegnare i premi Nobel 2014 nelle relative aree (pace, fisica, chimica, fisiologia o medicina, letteratura, economia). Approfondire la portata dell’impegno e delle ricerche dei vincitori per l’avanzamento del sapere e per il progresso dell’umanità. È l’obiettivo del nuovo ciclo di sei incontri per conoscere i Nobel, promosso e organizzato dall’Università di Trento. Ad aiutare gli studenti e tutte le persone interessate a conoscere i premi Nobel più da vicino sarà chi, quotidianamente, nella propria attività di ricerca e di insegnamento, si rapporta con i temi dei premiati.
Il primo incontro sarà dedicato al premio Nobel per la medicina, assegnato quest’anno all’anglo-americano John O’Keefe dell’University College di Londra insieme alla coppia norvegese May-Britt ed Edvard Moser, entrambi della Norwegian University of Science and Technology di Trondheim, per la scoperta del sistema di cellule nervose grazie al quale ci si può orientare, come una sorta di Gps biologico. A illustrare il funzionamento delle cellule costituenti il sistema di posizionamento nel cervello sarà Giorgio Vallortigara (Centro Interdipartimentale Mente/Cervello – CIMeC, Università di Trento). Appuntamento al Dipartimento di Lettere e Filosofia (via Tommaso Gar, 14) alle 18, sede e orario di tutti gli incontri in programma.
Il premio Nobel, istituito per volontà di Alfred Nobel (1833-1896), chimico e industriale svedese, venne assegnato per la prima volta nel 1901, quando furono consegnati il premio per la pace, per la letteratura, per la chimica, per la medicina e per la fisica. Dal 1969 si assegna anche il premio per l’economia in memoria di Alfred Nobel. In autunno i premi vengono assegnati, quindi il 10 dicembre si svolge la cerimonia di consegna.

Comments

comments