Piemonte, parroco lascia la Chiesa per amore

Lasciare l’abito talare e scappare con la propria fidanzata. Succede in Piemonte, a Cerano (Novara) dove un parroco ha deciso di abbandonare la vita da prete per amore di una donna della comunità religiosa locale.

A dare la notizia ai fedeli è stato il Vescovo di Novara, che nel corso della messa celebrata dal vicario generale della Diocesi locale ha affermato che il “prete innamorato” non continuerà il suo servizio sacerdotale.

La decisione sembra essere stata molto sofferta, secondo quanto riferito dal Vescovo nel corso della celebrazione. Dopo una serie di incontri nei quali il parroco ha confidato l’innamoramento nel corso dell’ultimo anno, alla decisione di voler costruire una famiglia con la fidanzata il Vescovo non ha potuto far altro che accettare la decisione.

Proviamo rammarico e dolore per la scelta di don Francesco, per il bene che ha fatto nel suo intero percorso sacerdotale” ha aggiunto il Vescovo. “Una scelta dirompente che crea sofferenza nella nostra Chiesa, ma che va rispettata perché sintomo di correttezza“.

La decisione non è però un unicum nella storia della Chiesa: i dati riportati dalla Santa Sede certificano che il numero di “spretati” è abbastanza costante e si attesta intorno alle 1.000 rinunce ogni anno su scala mondiale. Un altro sintomo di una vera crisi per quanto riguarda il numero di preti che va ad incidere soprattutto sulla vita religiosa delle piccole comunità.