Rivoluzione Instagram. Niente più Like visibili sotto alle foto

Qualora questa opzione venisse confermata in maniera definitiva segnerebbe la fine dell'era degli influencer e delle social star come la conosciamo

Il mondo dei social network e di chi trae guadagno dal suo utilizzo come gli influencer potrebbe venire presto stravolto. Instagram infatti ha deciso di avviare alcuni test per dare la possibilità agli utenti di scegliere se mantenere o meno visibile il numero di like che un post riceve (solo per il momento), rendendoli disponibili solo a chi pubblica il contenuto.

Come già annunciato lo scorso aprile, il team di Instragram ha deciso di effettuare questi test per cercare di dare maggior valore alla qualità ai contenuti che vengono diffusi sul social network. Qualità che troppo spesso viene sacrificata in favore di un maggior numero di like al proprio post, senza contare che la continua ricerca dei like e dei follower può portare gli utenti ad avere una vera e propria ossessione per i social network. Quest’ultimi spesso maggiormente spinti alla ricerca dell’approvazione sociale in base ai contenuti che pubblicano sui social, a prescindere dalla loro qualità. E dalla privacy.

Tara Hopkins, Head of Public Policy EMEA di Instagram, come riportato da AGI ha tentato di spiegare le motivazioni dietro a questa scelta, dichiarando: “vogliamo che Instagram sia un luogo dove tutti possano sentirsi liberi di esprimere se stessi. Ciò significa aiutare le persone a porre l’attenzione su foto e video condivisi e non su quanti Like ricevono. Stiamo avviando diversi test in più paesi per apprendere dalla nostra comunità globale come questa iniziativa possa migliorare l’esperienza su Instagram“.

Qualora questa opzione venisse confermata in maniera definitiva segnerebbe la fine dell’era degli influencer e delle social star come la conosciamo. L’attuale indice di fama di una persona su Instragram, basato sul numero di follower e sul numero di like che un utente riceve, verrebbe completamente stravolto ponendo tutti sullo stesso piano. Le stesse aziende che attualmente fanno a gara per assicurarsi gli utenti più seguiti come testimonial per i loro prodotti dovrebbero cambiare radicalmente le loro strategie di marketing. Uno stravolgimento che sconvolge innanzitutto i rapporti sociali ed il concetto di autostima, principalmente verso se stessi (come suggerito dal rapper veronese Quinto Erre, che in numerose occasioni ha criticato il concetto stesso di influencer nei testi delle sue canzoni).

Con questa nuova opzione dunque, le persone potrebbero finalmente liberarsi dal giogo concettuale del “bello= molti like” e viceversa, sentendosi finalmente liberi di postare contenuti a proprio piacimento senza doversi preoccupare se i loro gusti saranno in linea con quelli degli altri. E quindi senza la pressione di doversi adeguare alle mode del momento, magari paventate da influencer e opinion leader da strapazzo.

La speranza è che questa possibile rivoluzione di Instragram possa portare tutti gli utenti a prestare maggiore attenzione a cosa condividono, rendendo il social network non solo qualitativamente migliore, ma un posto che possa avvicinare i propri follower ai propri gusti personali senza lo stress di doversi sentire accettati da un like in più.

di Carlo Alberto Ribaudo