Sony presenta “Hidden Senses” alla Milano Design Week

0
1106

Un’esperienza sensoriale alla scoperta di uno stile di vita più ricco e di un nuovo concetto di quotidianità; guarda, ascolta, tocca e percepisci i sensi nascosti capaci di fornirti informazioni nella vita di tutti i giorni. Sfida i limiti e le idee preconcette alla base della relazione tra tecnologia e comportamento umano, interagendo con oggetti familiari in uno spazio contestuale.

 

 

L’evoluzione della tecnologia, e il modo in cui interagiamo con essa, sta aprendo la strada a nuovi ed esaltanti modalità con cui migliorare le nostre vite quotidiane. Combinando la proprie capacità ed eccellenze in materia di design e tecnologia, Sony può offrire esperienze di utilizzo del tutto originali e capaci di coinvolgere gli utenti da un punto di vista emotivo.

Il design è più di un insieme di linee e forme estetiche, è un modo per esplorare nuovi modi innovativi per introdurre la tecnologia nella vita di tutti i giorni. A tal proposito, il team di Sony Design ha continuato a esplorare nuove forme di comunicazione in grado di integrarsi nel nostro stile di vita e sviluppare esperienze stimolanti e all’avanguardia, che riescano a convertire il valore funzionale e innovativo in esperienze emotive.

L’installazione è formata da cinque stanze, ognuna delle quali ospita un case study differente. Spostandosi da un’area a quella successiva, gli “Hidden Senses” vengono gradualmente rivelati, passando da un’interazione concettuale a esempi di applicazione contestuale. Ogni ambiente presenta diverse soluzioni in cui il design è applicato alla tecnologia per interagire con persone, prodotti e spazi e dare vita a un’esperienza percettiva capace di spaziare da suoni puri a nuovi modi di visualizzare le informazioni attraverso comuni elementi d’arredamento e di illuminazione. L’ultima stanza riunisce i diversi elementi dell’installazione e delinea uno scenario quotidiano del tutto unico.

Case study 1: ECO

L’esclusiva tecnologia sensoriale rileva azioni naturali, come il movimento e il tocco, fornendo una risposta minima, ma realistica. Il nostro input subconscio corrisponde a un output leggero ma espressivo, invitandoci a riconsiderare i principi della comunicazione.

Case study 2: SOTTO LA LUCE

La parete luminosa reagisce al movimento, rileva la distanza e risponde con un semplice effetto di luci e ombre, colori e forme. In un’epoca in cui siamo spesso sopraffatti dalle informazioni, proponiamo un modo di comunicare più pratico e minimalista.

Case study 3: OGGETTI TATTILI

Oggetti posizionati su un tavolo sono usati come interfaccia fisica intuitiva. Le informazioni quotidiane potranno essere ricevute senza dover utilizzare uno smartphone o un tablet. La manipolazione degli oggetti di uso quotidiano ha la capacità di realizzare nuove interfacce per nuovi stili di vita.

Case study 4: ELETTRONICA ASTRATTA

Il fatto che l’arredamento possa diventare un’interfaccia quotidiana presenta opportunità di nuove esperienze e sorprese in grado di arricchire lo stile di vita.

MOOD DRIVER

Ruotando il disco è possibile silenziare l’audio della scena e della musica.

Si può cambiare mood e atmosfera in base alla situazione.

DANCING LIGHT

La luce sul pavimento si muove in risposta ai movimenti. Da semplice elemento d’arredo, la luce si trasforma in un mezzo di comunicazione, in cui il movimento corrisponde a un’informazione.

TACTILE TRAY

Questo vassoio trasmette informazioni attraverso il senso del tatto. La sensazione e il movimento del materiale sono determinati dal tocco.

MATERIAL SHELF

Il materiale e la funzione della mensola cambiano attraverso l’interazione con il display integrato. Posizionando un oggetto sulla mensola, la stessa assume le caratteristiche dell’oggetto o, in alternativa, mostra delle immagini all’interno di una cornice trasparente.

SWING LAMP

Che cosa accadrebbe se la luce potesse aumentare la propria espressività? Scuoti la lampada per avviare l’interazione, cambiare la luminosità, il motivo e persino il mood.

TACTILE BENCH

Una panca interattiva che si comporta come un’altalena basculante, creando nuove esperienze attraverso una risposta fisica. La panca tattile “aumenta” la percezione e i sensi.

Case study 5: GIORNO & NOTTE

Ogni esperienza fatta, dal case study 1 al 4, è basata su idee che trasformano i paradigmi esistenti, presentandoli da nuove prospettive. Qui sono raccolti e presentati tutti gli “Hidden Senses” in soluzioni che si fondono con gli stili di vita quotidiani.

Milano Design Week 2018

Nome dell’esposizione: Hidden Senses

Durata: martedì 17 aprile – domenica 22 aprile 2018

Sede: Spazio Zegna, Via Savona 56/A, Milano

Sito web: sony.net/milandesignweek/2018

Sony Design

Sin dalle origini, Sony ha riconosciuto grande importanza all’area del design con la fondazione, nel 1961, della Design Division (oggi ribattezzata Creative Center). Ispirandosi alla filosofia Sony di “fare quello che gli altri non fanno”, il Creative Center ha esteso il proprio raggio d’azione dall’elettronica all’intrattenimento, ai servizi finanziari e oltre, promuovendo incessantemente la ricerca dell’innovazione e della massima creatività per generare valore attraverso il design.

Il progetto “Perceptual Experience” rappresenta una sfida con cui Sony Design intende stimolare continui cambiamenti nella percezione attraverso il design e la tecnologia. L’esposizione “Hidden Senses” fa parte di questo progetto. Attraverso la ricerca e l’innovazione, Sony Design continuerà a sviluppare nuovi concept basati sul design, in grado di far scoprire e realizzare nuove esperienze.