TERRORE A ROMA. NON È L’ISIS MA IL TIFOSO DEL FEYENOORD

0
362

Una fontana di valore inestimabile distrutta dopo essere stata appena restaurata, piazze ridotte a orinatoi pubblici, attacchi alle forze dell’ordine che non possono altro che fare se non subire. Sembrerebbe uno scenario simile a quello prospettato dall’Isis ma in realtà sono solo i tifosi olandesi del Feyenoord che, nelle ore precedenti alla partita di Europa League contro la Roma, hanno messo a soqquadro la capitale.
Molte fonti riportano che la Barcaccia, celebre Opera del Bernini, è stata divelta da un gruppo di tifosi. Notizia è stata confermata anche dal sindaco Ignazio Marino che ha fermato su Twitter: “Abbiamo constatato danni alla barcaccia appena restaurata. Una violenza inaccettabile. Non devono essere i romani a pagare #romafeyenoord”.

Le opposizioni hanno accusato il ministro Alfano di non aver usato strumenti adeguati al fine di evitare la guerriglia nella capitale. Matteo Salvini, sempre su Twitter, ha affermano che “Alfano dovrebbe dimettersi e chiedere scusa”; Alessandro di battista a invece lanciato l’ hashtag #alfanovattene. Ma la vera domanda è: se un migliaio di tifosi olandesi riesce a mandare nel caos la città eterna, cosa succederà se l’ISIS manterrà le sue promesse?

Michele Soliani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.