“La migrazione degli uccelli attraverso le Alpi” è un’iniziativa dedicata alla scoperta di uno dei fenomeni più affascinanti del mondo naturale: la migrazione appunto. Questo breve corso è un contributo alla conoscenza dell’ecologia di questo fenomeno e delle specie che attraversano le Alpi nel lungo viaggio autunnale verso sud.

Percorrendo il territorio di Tremalzo, interessato da una delle più importanti rotte migratorie delle Alpi, la Commissione Tutela Ambiente Montano cercherà di fornire una visione ampia del fenomeno: si affronteranno temi come la morfologia del territorio e la sua relazione con l’importanza delle Zone di Protezione Speciale, dalla direttiva Uccelli alle azioni per la salvaguardia e conservazione dell’avifauna.

Presso la stazione di inanellamento scientifico di Casét conosceremo da vicino, insieme ai ricercatori del MUSE, le singole specie migratrici, impareremo a riconoscerle e a capire la loro diversa ecologia.

Il corso è un’iniziativa che TAM propone come contributo alla conoscenza della biodiversità del nostro territorio trattando temi quali:

Migrazioni: lo studio della migrazione nelle Alpi (Progetto ALPI), l’inanellamento scientifico e altre tecniche; il riconoscimento in natura (al volo) e dal vivo delle principali specie e la loro biologia;

Direttiva Uccelli, Siti Rete Natura 2000 (le Zone di Protezione Speciale e le Zone Speciali di Conservazione), tutela attiva dell’avifauna migratoria e dei suoi habitat di sosta e transito.

Dall’uccellagione storia di un passato ormai lontano, all’impegno nel monitoraggio e ricerca scientifica. Quali azioni per la tutela degli Uccelli migratori in transito sulle Alpi?

Per effettuare l’iscrizione è obbligatorio, entro il 11 ottobre 2018, compilare l’apposito modulo scaricabile dal sito della SAT www.sat.tn.it (dove si possono trovare tutte le info sul corso), versare la quota di partecipazione ed inviare il tutto (modulo e ricevuta bonifico) tramite e-mail a tam@sat.tn.it.