RBS 6 Nazioni, a Twickenham l’Inghilterra supera 36-15 una buona Italia

0
20

Nel terzo turno dell’RBS 6 Nazioni, dopo un ottimo primo tempo chiuso in vantaggio dagli Azzurri, l’Inghilterra supera 36-15 l’Italia.

Inizio arrembante degli Azzurri, nel primo pomeriggio di ieri contro l’Inghilterra, che non concedono nulla agli avversari. Ripartono prontamente conquistando un calcio piazzato al 5’ che Tommaso Allan non realizza. L’Inghilterra non riesce a giocare il suo miglior rugby, frutto anche del piano di gioco dell’Italia che mette in costante difficoltà il XV di Eddie Jones costringendoli a ripetuti errori. Al 19’ Allan ha sui piedi il pallone per sbloccare il risultato ma per la seconda volta consecutiva non centra i pali. Gli inglesi provano a tuffarsi in avanti e sbloccano il risultato con Cole che concretizza una maul sul lato destro d’attacco. Farrell sbaglia la trasformazione e il parziale si sposta sul 5-0. Gli Azzurri non si demoralizzano e vanno ad un passo dalla meta al 29’ ma Itoje riesce a recuperare l’ovale ad un metro dalla realizzazione. I primi punti italiani sono nell’aria e arrivano al 33’ con un drop di Tommaso Allan che riesce ad accorciare le distanze. La pressione azzurra non accenna a calare e sul finale di tempo arriva il sorpasso: il numero 10 azzurro centra il palo su calcio piazzato ma Venditti è il più lesto di tutti a recuperare l’ovale e andare in meta. Allan trasforma e il primo tempo si chiude sul 10-5 in favore dell’Italia.

Nella ripresa i padroni di casa attaccano a spron battuto e riescono ad andare in meta in due occasioni tra il 44’ e il 47’ con Care, che sfrutta la prima disattenzione difensiva del match degli azzurri, e Daly che si invola sul lato mancino del campo portando il parziale sul 17-10. L’Italia soffre la fisicità inglese ma rialza prontamente la testa e, in concomitanza con l’infortunio di Allan, Michele Campagnaro si mette in proprio e supera tre avversari tornando in meta con la maglia Azzurra e accorciando le distanze sul 17-15 con Padovani che sbaglia la trasformazione del possibile pareggio. Il XV di Eddie Jones si riporta in attacco, ma l’Italia si difende a pieno organico dopo una touche nata in seguito a un recupero last minute di Carlo Canna. L’azione prosegue per un paio di minuti fino a quando gli inglesi cambiano fronte di gioco pescando il neo entrato Nowell che porta a distanza di sicurezza per i padroni di casa il risultato. Due minuti più tardi Te’O sullo stesso lato chiude un match che ha visto gli Azzurri per 70 minuti in partita riuscendo per gran parte a esprimere al meglio il proprio piano di gioco. La meta al 79’ di Nowell inchioda il risultato sul 36-15.

Prossimo appuntamento con l’Italrugby nel quarto turno dell’RBS 6 Nazioni contro la Francia allo Stadio Olimpico di Roma in calendario sabato 11 marzo alle 14.30.