Passo Buole Xtreme ad Ala (TN) il 20 maggio

0
139

Ieri, nella suggestiva cornice di Palazzo Pizzini ad Ala (TN), è stata presentata la ‘ Passo Buole Xtreme – I 40 Km del Soldà’ di domenica 20 maggio, seconda sfida stagionale per il challenge delle ruote grasse Trentino MTB. Oltre allo staff della Società Ciclistica Ala capitanato da Stefano Mellarini, erano presenti anche il presidente Luciano Baldi, il sindaco di Ala Claudio Soini e il direttore dell’APT di Rovereto e Vallagarina Federico Milan.

Ad aprire la serie di interventi è stato il sindaco: “È una soddisfazione presentare la quarta edizione in questo meraviglioso Palazzo, speriamo che questo sia di buon auspicio per la gara. Valorizziamo anche il centro storico alense con la partenza della PBX, un grazie alla nostra Ciclistica che da tanti anni s’impegna in questo lavoro, prima e dopo la gara. Cent’anni dalla fine della Grande Guerra, Ala è croce al merito per la prima guerra mondiale e quindi sente particolarmente questo anniversario. Un grazie ai volontari che aiutano e agli sponsor per crederci”.

Confermate anche le presenze dei fuoriclasse, in quella che si prospetta come una delle gare più “rosa” di Trentino MTB e non solo, viste le presenze di Maria Cristina Nisi, vincitrice della passata edizione e campionessa italiana marathon, di Lorena Zocca, già campionessa del circuito nonché trionfatrice della prima edizione, senza dimenticare la detentrice del titolo del circuito Simona Mazzucotelli e Chiara Burato, la stella più lucente della ValdiNon Bike. In campo maschile ecco Mattia Longa, secondo lo scorso anno, il campione del mondo marathon Roel Paulissen e il trentino Andrea Zamboni.

Federico Milan ha portato i saluti dell’APT locale: “Gara ma anche turismo, ottima l’idea di tabellare il percorso, per poter usufruire del territorio non solo nella giornata clou ma anche durante tutto il resto dell’anno, condizioni meteo permettendo. Ci vogliono percorsi e strutture, e ringrazio il comitato organizzatore per pungolarci costantemente. Questo per noi è un evento di spicco per quanto riguarda la mountain bike, sia a livello locale che nazionale”.

43 km e 1690 metri di dislivello da affrontare fra gli scenari delle “Termopili d’Italia”, raccontati da Stefano Mellarini: “Da un anno lavoriamo intensamente per far arrivare ai massimi livelli la PBX. Grazie al presidente Baldi per la fiducia che mi dà. Dopo 17 anni di Lessinia Bike ora proseguiamo con la Passo Buole, divenuta nel tempo una gara per le donne, alle quali il percorso piace e per questo hanno prenotato per essere presenti anche alcuni giorni prima, per testare il tracciato, in perfette condizioni, nonostante le piogge di questi giorni. La vera bagarre si terrà sulla salita di 12 km di Passo Buole, ma la novità assoluta sarà il passaggio nei vigneti di Maso Michei, tralasciando quello della segheria. Ringrazio le associazioni Mezzi Veloci, Ala per Chernobyl (il ns progetto sociale del 2018), associazione che aiuta i ragazzi meno fortunati che vivono a Chernobyl, presenti sul campo a collaborare con noi, gli Alpini e tutte le altre (associazioni – ndr) coinvolte. Il sabato si svolgerà la 4° Mini Passo Buole durante la quale i giovani bikers saranno guidati dai maestri di MTB. Nel frattempo continuano ad arrivare le iscrizioni. Siamo orgogliosi del nostro percorso di crescita fatto in questi anni. Un grazie del comitato agli sponsor, al Comune di Ala, APT Rovereto e Vallagarina, CR Vallagarina, Dolomiti Energia, agli sponsor privati e a chi ci dà la possibilità di passare sulla propria proprietà privata”. Confermata mezz’ora di trasmissione in differita su Rai Sport, ricordando che le iscrizioni fino al 18 maggio saranno a quota 30 euro, il sabato e la domenica a 35 euro.