Arrampicata su ghiaccio: a Corvara in Passiria trionfano Kuzovlev e Tolokonina

La Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio andata in scena questo weekend a Corvara in Passiria entrerà negli annali per il trionfo degli arrampicatori russi.

Sabato, nelle prove di velocità (speed), il successo di Anton Nemov ed Ekaterina Feoktistova. Domenica, nella disciplina regina (lead), la vittoria è andata a Nikolai Kuzovlev, per la categoria maschile, e a Maria Tolokonina, per quella femminile; entrambi russi nonché abbonati ai primi posti in questa stagione.

Non sono state di certo le abbondanti nevicate ad aver intimorito il folto pubblico, di quasi 500 persone, giunte a Corvara in Passiria per assistere alle spettacolari sfide della tappa di Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio.

Nonostante un errore tecnico durante il suo primo tentativo di salita, nella prova di difficoltà (lead), la vittoria è andata al russo Nikolai Kuzovlev che ha completato l’impegnativo tracciato sulla torre di ghiaccio di 25 metri di Corvara in Passiria in 5’48’’. Alle sue spalle il campione iridato Heeyong Park (6’13”) e il francese Nathan Clair (6’21”). 

A causa di un errore tecnico, mi hanno fatto scendere dalla torre. Nel secondo tentativo però sono riuscito ad avanzare velocemente perché conoscevo già il primo pezzo” ha poi svelato Kuzovlev, in testa alla Classifica della Coppa del mondo. “Adoro Corvara, sono molto felice di questa vittoria“.

Per quanto riguarda la categoria femminile, negli ottavi di finale nessuna donna ha raggiunto il vertice della torre. A trionfare è stata la russa Maria Tolokonina, portando così a tre il numero di vittorie di questa stagione di Coppa del Mondo. Tolokonina è riuscita a conseguire una presa in più rispetto alla coreana Woonseon Shin, sua rivale più agguerrita. Terzo posto per la coreana Han Na Rai Song che l’anno scorso, proprio a Corvara, era salita sul gradino più alto. Per la Tolokonina si tratta della terza vittoria in questa stagione.

Mi sono innamorata di Corvara. Adoro la struttura, la gente, l’ambiente, tutto” ha dichiarato l’arrampicatrice. “Questo è il mio ottavo viaggio in Val Passiria. Non vedo l’ora di tornare il prossimo anno, quando probabilmente sarò di nuovo al via. Sono entusiasta di questa vittoria“.

Tanta la soddisfazione da parte di Reinhard Graf, direttore del comitato organizzatore dell’associazione Eisturm Rabenstein, che si è detto molto orgoglioso dell’ottima riuscita della 7ª Coppa del Mondo a Corvara in Passiria.

Quest’anno il meteo non è stato del tutto dalla nostra parte, viste le intense nevicate nei giorni scorsi. Eppure siamo riusciti a svolgere l’evento senza grossi problemi. Questo è stato possibile grazie all’aiuto e alla collaborazione di tutte quelle persone su cui possiamo sempre contare” ha dichiarato Graf.

Desidero quindi ringraziare di cuore tutti coloro che hanno collaborato con noi e per noi: la mia squadra, i volontari, le associazioni, la Guardia di Finanza di Merano che da tanti anni ci aiuta a garantire sicurezza agli atleti. Un grande grazie anche a tutti i partner, della Val Passiria e non, e a tutte le autorità come il comune di Moso in Passiria, al nostro fianco ogni anno” ha concluso Graf.