A Cardiff il Galles batte l’Italia 38-14 nella quarta giornata del Sei Nazioni

0
589

Al Principality Stadium di Cardiff il Galles batte l’Italia 38-14 nella quarta giornata del NatWest Sei Nazioni 2018. Avvio subito in salita per l’Italia che dopo sei minuti è già costretta a rincorrere due mete segnate dalla linea veloce dei padroni di casa. La reazione italiana arriva quattro minuti più tardi con la meta dell’estremo Matteo Minozzi che trasformata da Allan riporta gli Azzurri a distanza di break. Sul finire di tempo è il Galles a portarsi ancora avanti dalla piazzola con il piede di Anscombe, che sposta il punteggio sul momentaneo 17-7 con cui le squadre vanno a riposo negli spogliatoi. Ad inizio ripresa sono ancora i Dragoni a marcare, questa volta con Hill che va oltre la difesa azzurra. L’Italrugby a cavallo dei due tempi non riesce successivamente a sfruttare una doppia superiorità numerica per due cartellini gialli inflitti contro i Dragoni nonostante le occasioni avute. La squadra di Warren Gatland successivamente continua a spingere segnando altre due mete nella ripresa, chiudendo il match e guadagnando anche il punto di bonus offensivo. Non basta la meta finale segnata da Mattia Bellini e trasformata da Carlo Canna per riportare gli Azzurri di Conor O’Shea sotto nel punteggio, dopo un secondo tempo in cui il Galles è riuscito a portare definitivamente a casa la partita.

Cardiff, Principality Stadium
NatWest Sei Nazioni, IV giornata
Galles v Italia 38 -14 (17-7)
Marcatori: 5’ m. Parkes tr Anscombe (7-0), 6’ m. North tr Anscombe (14-0), 11’ m. Minozzi tr Allan (14-7) s.t. 43’ m. Hill tr Anscombe (24-7), 67’ m. North tr Halfpenny (31-7), 71’ m. Tipuric tr Halfpenny (38-7), 76’ m. Bellini tr Canna (38-14)
Galles: Williams L (50’ Halfpenny).; North, Watkin, Parkes, Evans S.; Anscombe (60’ Patchell), Davies G. (60’ Davies S.) ; Faletau (c), Davies J. (65’ Jenkins), Tipuric; Davies B., Hill (60’ Davies A); Franchis (67’ Jones), Dee (60’ Owens), Smith (60’ Evans E.)
all. Gatland
Italia: Minozzi; Benvenuti, Bisegni, Castello (5’ Hayward), Bellini; Allan (68’ Canna), Violi (63’ Palazzani); Parisse (c), Mbandà (14’ Licata), Negri (68’ Ruzza); Budd, Zanni; Ferrari (63’ Pasquali), Ghiraldini (68’ Fabiani), Lovotti (60’ Quaglio)
all. O’Shea
arb. Garces (Francia)
Cartellini: Al 40’ giallo a Liam Williams (Galles), Al 49’ giallo a Evans S. (Galles), Al 78’ giallo a Benvenuti (Italia)
Calciatori: Anscombe (Galles) 3/3. Allan (Italia) 1/ 2 , Halfpenny (Galles) 2/2
Note: Spettatori presenti 65242
NatWest 6 Nazioni Man of the Match: Hadleigh Parkes (Galles)

LA CRONACA DEL MATCH – Inizio dirompente del Galles, che dopo 6 minuti è già avanti 14-0 sugli Azzurri al Principality Stadium, con due mete segnate nell’arco di un minuto, con la prima marcatura realizzata dal primo centro Parkes su un buco lasciato aperto dalla difesa azzurra e la seconda su un contrattacco ben finalizzato dall’ala George North.

Dopo quattro minuti arriva subito la reazione dell’Italia, con l’estremo Matteo Minozzi che riesce a divincolarsi di due trequarti gallesi schiacciando l’ovale oltre la linea per la prima meta azzurra dell’incontro. Il mediano d’apertura Tommaso Allan trasforma poi da posizione defilata, portando gli Azzurri a distanza di break 14-7.

Al 32’ Tommaso Allan non riesce ad accorciare nuovamente le distanze dalla piazzola dai 30 metri; a dieci minuti dal termine della prima frazione il Galles conduce così ancora per 14-7 sull’Italrugby.

Il Galles sfrutta un calcio di punizione concesso dal direttore di gara Jerome Garces al 37’ che trasformato da Anscombe vale il 17-7 per i padroni di casa.

Al 40’ il direttore di gara estrae un cartellino giallo contro l’estremo gallese Liam Williams per un placcaggio in ritardo contro l’azzurro Matteo Minozzi.

Ad inizio ripresa è ancora il Galles a marcare, questa volta con il seconda linea Hill che su un pallone aperto vicino al punto d’incontro va oltre la linea di meta. Anscombe trasforma nuovamente per il 24-7 a meno di quattro minuti dal rientro dagli spogliatoi.

Al 67’ il Galles trova dopo numerosi tentativi la quarta meta che vale il bonus per i Dragoni con la seconda marcatura personale dell’ala George North che schiaccia l’ovale al largo dopo ripetute azioni del Galles nei 22 azzurri.

Al 71′ Dragoni ancora in meta con il numero 6 Tipuric, che concretizza un’apertura al largo della squadra di Warren Gatland. Halfpenny trasforma per il momentaneo 38-7.

L’Italia trova la seconda meta del proprio incontro con Mattia Bellini al 77’, che concretizza nel migliore dei modi un’apertura al largo della linea d’attacco azzurra. Il subentrato Carlo Canna trasforma, accorciando le distanze sul 38-14.