CONAD CENTRO NORD MAIN SPONSOR DELLE ZEBRE RUGBY NELLA CHALLENGE CUP

0
24

Le Zebre Rugby si apprestano ad esordire sabato 18 Ottobre allo Stadio XXV Aprile di Parma nella Challenge Cup, la coppa europea che vede i bianconeri impegnati contro le formazioni inglesi e francesi. Per la campagna europea il XV del Nord-Ovest vestirà sulla maglia un nuovo main sponsor: Conad.

Svelata questo pomeriggio nella sede di Conad Centro Nord di Campegine (RE) la maglia che le Zebre Rugby indosseranno nelle doppie sfide del girone 5 contro gli inglesi di Gloucester e le due compagini francesi di Brive ed Oyonnax. Lo sponsor della franchigia di base a Parma rafforza così il proprio sostegno alle Zebre Rugby in uno dei più prestigiosi palcoscenici europei che annovera le migliori squadre del vecchio continente.

Il direttore organizzazione e sviluppo Roberto Manghi :”Conad Centro Nord è un gruppo importante al servizio delle persone del territorio: siamo contenti che veda nelle Zebre un’opportunità per stare vicino al mondo dello sport. Fin dalla nascita del club nell’estate 2012 Conad ci ha sostenuto legando la propria immagine a quella della squadra”.

Soddisfazione anche nella parole del direttore generale di Conad Centro Nord Ivano Ferrarini :”Conad crede molto nel rugby e nei suoi valori che appartengono anche ai nostri soci ed imprenditori che ogni giorno lavorano nei tanti punti vendita. Per questo siamo al fianco del club come sponsor”.

Ferrarini svela i prossimi passi della partnership :”Nel mese di Novembre inaugureremo il Terzo Tempo Conad, una struttura poliedrica all’interno dello Stadio XXV Aprile di Parma dove tutti potranno vivere momenti di socializzazione prima e dopo le gare insieme ai nostri prodotti”.

Conad Centro Nord è una delle otto cooperative territoriali aderenti al Consorzio Nazionale Dettaglianti (CONAD) che opera in Italia nel mercato della grande distribuzione: nata nel 1963, svolge la sua attività nelle province emiliane di Reggio Emilia, Parma e Piacenza e in tutte le province della Lombardia.

Comments

comments