Finisce 7 a 0 la partita Napoli Trento

0
40

TRENTO, 15 LUGLIO 2017 – Finisce 7-0 (4-0) la sfida al Briamasco di Trento che oppone la squadra locale neo promossa in serie D al Napoli di Sarri. Sul campo che 27 anni fa vide grande protagonista Diego Armando Maradona stasera è stato Chiriches a inventarsi una magia con un eurogol da 60 metri. Doppietta per Milik.

NAPOLI: Rafael (dal 46’ Sepe), Maggio (dal 46’ Hysaj), Chiriches (dal 46’ Tonelli), Albiol (dal 46’ Koulibaly), Ghoulam (dal 46’ Strinic), Rog (dal 46’ Allan), Diawara (dal 46’ Jorginho), Hamsik (dal 46’ Zielinski), Callejòn (dal 46’ Ounas). Mertens (dal 46’ Milik, dal 72’ Pavoletti), Giaccherini (dal 46’ Insigne). A disp: Maksimovic. All. Sarri

TRENTO: Grubizza (dal 46’ Cuoco, dall’84’ Mahmuti), Rippa (dal 46’ Casagrande), Badjan (dal 46’ Falco, dal 64’ Appiah), Brugger (dal 46’ Casagrande), Cascone (dal 60’ Calcagnotto), Bertaso (dal 46’ Dalla Valle), Furlan (dal 46’ Cavagna), Osti (dal 46’ Duravia), Gattamelata (dal 46’ Ferraglio, dall’84’ Trevisan), Lillo (dal 46’ Ferraglia, dal 69’ Marini), Lella (dal 60’ Pangrazzi), A disp.: Boldini. All: Vecchiato.

Marcatori: 16’ Mertens (Na), 36’ Giaccherini (Na), 38’ Chiriches (Na), 44’ Callejon (Na), 58’, 65’ Milik (Na), 61’ Ounas (Na)

Note: circa 4000 spettatori

Sarri tiene a riposo Reina, che resta a Dimaro così come gli altri non presenti in distinta: il nuovo acquisto Mario Rui, Zapata e Leandrinho. La prima occasione degli azzurri nasce da un’intuizione di Ghoulam che al 2’ ha colpito la traversa direttamente da calcio d’angolo. Nelle battute iniziali il Trento mette in mostra una buona organizzazione difensiva, schierandosi con un 4-3-3 a specchio con quello proposto da Sarri. A sbloccare il risultato ci pensa Mertens Grubizza con un tiro dal limite dell’area deviato da un avversario.

Al 23’ la seconda occasione costruita dagli azzurri: s’inserisce Rog in area di rigore sul lato destro, prima Giaccherini e poi Callejon riescono a battere Grubizza a pochi metri dalla porta. Al 34’ Mertens indossa i panni dell’assist-man, verticalizza per il taglio di Callejon che salta Grubizza ma da posizione defilata colpisce il palo esterno. Il raddoppio arriva al 36’, quando Giaccherini di testa batte il portiere avversario su cross di Callejon. Un minuto dopo la rete del 3-0 è una magia di Chiriches che da circa sessanta metri inventa un pallonetto che beffa Grubizza.

Il primo tempo si chiude sul poker azzurro, Hamsik raccoglie palla tra le linee, si libera di un avversario e verticalizza per Callejon che con un preciso diagonale batte Grubizza.

Nel secondo tempo è Insigne al 53’ a sfiorare la rete del 5-0, con uno splendido tiro a giro che termina di poco a lato. Al 56’, dopo uno spunto di Ounas sulla catana di destra, ci prova Zielinski dalla distanza ma la conclusione termina alta sopra la traversa. La cinquinaarriva al 58’, quando Milik di testa ha anticipato tutti di testa su cross di Insigne.

Al 61’ la prima gioia azzurra di Adam Ounas che di sinistro al volo, su assist di Jorginho, trafigge Cuoco. Al 65’ Milik cerca la doppietta ma Cuoco devia in calcio d’angolo una conclusione di sinistro dal limite dell’area. Due minuti dopo, il centravanti polacco va a segno addirittura in rovesciata, depositando il pallone in rete dopo una conclusione di Insigne respinta da Cuoco. Al 77’ Ounas va vicino alla doppietta ma il suo colpo di testa termina di poco alto sopra la traversa. Nel finale Insigne prova a beffare il Trento direttamente da calcio d’angolo ma anche la deviazione di Tonelli sul secondo palo non ha trovato la porta difesa da Cuoco. Finisce 7-0 al “Briamasco”, il Napoli vince e convince, divertendo i quattromila spettatori presenti. All’undicesimo giorno di ritiro mette in mostra velocità e fluidità nel palleggio. Domattina si riprende.

In serata in piazza Madonna della Pace a Dimaro (ore 21.15) il divertimento è garantito dallo spettacolo con Gino Rivieccio.