GP Garda Trentino, al via l’ultima prova del mondiale di Trial

Il sogno e’ di centrare un risultato mai riuscito a nessun pilota italiano: vincere il mondiale Trial.

E’ l’obiettivo del lombardo Matteo Grattarola che alla vigilia del GP Garda Trentino, ultima prova della stagione iridata 2018, punta a recuperare i 5 punti di distacco dall’attuale capolista, l’inglese Toby Martin nel confronto in programma domani e domenica al Metzeler Offroad Park a Pietramurata-Dro, nell’Alto Garda Trentino. Grattarola (127 punti) deve assolutamente vincere e sperare che Martin (132 punti) finisca terzo o con un piazzamento ancora peggiore.

“Sarebbe un sogno – commenta Matteo Grattarola – portare per la prima volta un titolo in Italia proprio sulla pista di casa”. L’atleta delle Fiamme Oro quest’anno gareggia con il Team Sembenini che ha centrato tre dei quattro obiettivi: titolo italiano, titolo italiano Indoor e titolo Europeo. Manca la ciliegina sulla torta.

Il programma della gara in Trentino prevede una formula innovativa nel panorama iridato del TRIALGP: per la prima volta nella storia del Trial le qualifiche si svolgeranno nel tardo pomeriggio di domani (alle 18.30 prima run, alle 22.00 run decisiva) con i piloti impegnati nella piazzola 15 in una prova che abbina (ecco la novita’) penalita’ e tempo. Una lotta destinata a trasformarsi quasi in un testa a testa. Dalle due run uscira’ la griglia di partenza di domenica quando i piloti saranno protagonisti di una gara sulle 15 piazzole, da ripetere due volte, in quello che ormai e’ considerato lo stadio outdoor del Trial.

Gli spettatori avranno infatti la possibilita’, come gia’ avvenuto lo scorso anno, di assistere a tutte le prestazioni, con brevissimi spostamenti complessivi di appena 500 metri. Come dire che il Moto Club del Garda Ezio Tisi e’ riuscito nell’impresa garantire una visibilita’ al pubblico esattamente come nelle gare indoor ospitate nei grandi impianti al coperto.