Il Trento ottiene la salvezza

0
333

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: il Trento piega per 1 a 0 il Pontisola nell’ultimo impegno stagionale e guadagna la salvezza diretta grazie alla “forbice” – superiore ai sette punti – nei confronti della Grumellese, terzultima della fila. A decidere la sfida contro i bergamaschi, terzi in classifica e già sicuri di partecipare ai playoff, ci ha pensato il bomber Alessio Zecchinato con una rovesciata al 32′ del primo tempo su assist dell’inesauribile Bardelloni. Il Trento chiude a quota 43 punti e resta in serie D! A giocarsi la salvezza ai playout saranno Lumezzane e Ciserano.

 

Live match.

 

Mister Rastelli deve fare a meno del solo Bertaso, ancora acciaccato, e si affida allo stesso undici di sette giorni fa con Paoli esterno nel tridente offensivo assieme a Zecchinato e Bardelloni.

L’inizio di match del Trento è volitivo e propositivo: Bardelloni viene stoppato dalla retroguardia e poi, al 6′, Paoli pesca Sorbo, il cui colpo di testa termina alto sopra la traversa. Sessanta secondi più tardi Furlan non trova i pali da fuori, mentre al 19′ Bardelloni e Zecchinato duettano nello stretto con il numero 99 gialloblu che calcia da dentro l’area, ma Ientile s’immola per la causa e salva in scivolata. Il forcing degli aquilotti è senza soluzione di continuità: al minuto 23′ Zecchinato sfiora il palo con un rasoterra mancino, ma sul ribaltamento di fronte è il Pontisola a pungere con la conclusione potente di Perego che chiama Festa ad un difficile intervento.

Poi è ancora solo Trento: al 26′ Furlan chiama Pennesi alla parata in due tempi dopo un bel recupero sulla trequarti offensiva, mentre due minuti dopo Bardelloni incrocia la conclusione su assist di Toscano. Il portiere di casa è immobile ma il pallone lambisce il montante e termina la propria corsa sul fondo.

Il forcing della squadra di Rastelli si concretizza – meritatamente – al minuto 32 quando, finalmente, i gialloblu passano a condurre. Bardelloni lavora il pallone sulla sinistra e poi crossa al centro con Zecchinato che si produce in una splendida rovesciata e scaraventa la sfera in rete.

Nel finale di frazione il Pontisola prova a pungere con qualche iniziativa di Ferreira Pinto sulla destra con la difesa gialloblu efficace nel contrastare le proiezioni dell’ex giocatore dell’Atalanta.

 

 

 

 

 

Nella ripresa la contesa si svolge soprattutto a metà campo con la formazione trentina che prova a pungere in ripartenza: Bardelloni deve lasciare il campo al 60′ per un problema muscolare (entra Aperi) e al 66′ Zecchinato sfiora il raddoppio, che gira di testa il traversone dalla destra di Furlan ma la mira del bomber aquilotto è leggermente imprecisa. Il tecnico di casa getta nella mischia il bomber Recino, mentre Rastelli deve rinunciare anche il proprio centravanti per infortunio (dentro Pangrazzi) e, subito dopo, il Pontisola si rende pericoloso con il destro in corsa di Perego deviato da Sorbo: la palla sfiora il palo e finisce in calcio d’angolo. I bergamaschi spingono sull’acceleratore e il Trento accusa la stanchezza: a cinque minuti dal triplice fischio un errato disimpegno libera Recino a tu per tu con Festa, ma il centravanti di casa si allarga troppo e calcia sull’esterno della rete.

Nel finale è assedio locale alla porta di Festa, ma “Fort Trento” resiste e al 96′ esplode la festa: siamo salvi! Il Trento resta in serie D!

 

Il tabellino.

 

PONTISOLA – TRENTO 0-1

PONTISOLA(4-3-3): Pennesi; Piacentini (22’st Pellegrinelli), Rondelli, Ientile, Rota (18’st Mosca); Ruggeri, Mandelli (45’pt Carrieri), Remuzzi (25’st Recino); Ferreira Pinto, Signorelli, Perego.

A disposizione: Falciglia, Sangalli, De Toma, Villa, Sow.

Allenatore: Giacomo Curioni.

TRENTO(4-3-3): Festa; Toscano, Kostadinovic, Sorbo, Badjan; Furlan (32’st Boldini), Bacher, Dadson (25’st Appiah); Paoli, Zecchinato (27’st Pangrazzi), Bardelloni (15’st Aperi).

A disposizione: Matin, Carella, Giacomoni, Bortoli, Ferraglia.

Allenatore: Claudio Rastelli.

ARBITRO: Camilli di Foligno (Pedone di Reggio Calabria e Barbata di Trapani).

RETE: 32’pt Zecchinato (T).

NOTE: spettatori 400 circa. Campo in perfette condizioni. Giornata calda e soleggiata. Ammonito Rondelli (P) per gioco falloso. Calci d’angolo 4 a 4. Recupero 2′ + 6′.