Lanza e Giannelli ospiti sul Monte Bondone

0
24

Dal collegiale azzurro di Cavalese al BIG Camp in Monte Bondone nel giro pochissime ore. Concluso in mattinata il terzo periodo di preparazione all’Europeo 2017 in Val di Fiemme con la Nazionale Italiana, Filippo Lanza e Simone Giannelli non hanno perso tempo e, appena arrivati a Trento, sono immediatamente saliti a località Vason per confezionare una splendida sorpresa agli oltre novanta partecipanti del quinto turno del camp estivo di Trentino Volley.
La visita dei due giocatori più rappresentativi della rosa gialloblù ha ovviamente incontrato l’entusiasmo di tutti i presenti, staff compreso; Pippo e Simone non hanno fatto nulla per negarsi al loro abbraccio, firmando centinaia di autografi e posando per gli immancabili selfie.
Prima di tutto ciò c’era però stato spazio anche per una chiacchierata in cui i due campioni si sono raccontati a 360°. “Ho veramente realizzato di essere arrivato a giocare nella pallavolo che conta quando ho trovato dall’altra parte della rete Samuele Papi, giocatore che era sempre stato il mio modello quando avevo iniziato ad avvicinarmi ha questo sport – ha confessato Lanza. Sono felicissimo di quello che sto facendo, mi sento un privilegiato e voglio impegnarmi sempre di più per raggiungere i miei obiettivi. Fatelo anche voi, ragazzi”.
“La differenza di età fra me e voi non è così marcata
– ha ammesso invece Giannelliriferendosi ai ragazzi sedicenni che partecipano al BIG Camp – ; sono quindi uno come voi e sono convinto che col lavoro ogni giocatore di pallavolo possa arrivare lontano. Inizialmente io volevo fare il calciatore ed il tennista, dividendomi fra le due discipline durante la giornata. Poi ho conosciuto il volley ed è stato amore a prima vista. Che emozione il mio esordio in Serie A1 a Ravenna”.
Per i due gialloblù, così come per tutti gli altri azzurri impegnati a Cavalese, un paio di giorni di riposo prima di tornare in palestra e proseguire il processo di avvicinamento all’Europeo 2017 in Polonia.