LE ZEBRE RUGBY ILLUSTRANO LA NUOVA STAGIONE 2015/16

0
34

La società Zebre Rugby annuncia quest’oggi la propria strategia riguardo alla composizione della squadra per la prossima stagione sportiva 2015/16 che vedrà il XV del Nord-Ovest prendere parte per la quarta volta al campionato celtico Guinness PRO12 ed alle coppe Europee. In particolare la Società vuole illustrare i principi che hanno ispirato e guidato le scelte.

L’obiettivo principale è quello di  dare continuità con un gruppo di giocatori che, soprattutto in momenti di difficoltà, hanno dimostrato solidità e senso di appartenenza al club.

Nella rosa a disposizione dello staff tecnico – che verrà annunciato al termine della stagione in corso – saranno inseriti cinque nuovi promettenti giovani provenienti dal massimo Campionato Italiano Eccellenza a cui dare una importante opportunità di crescita. Sono stati poi ingaggiati due giocatori di riconosciuta fama internazionale con l’intento di dare immagine al club oltre che maggiore consistenza alla squadra.  Il gruppo sarà infine completato con l’inserimento di giocatori che, grazie al loro curriculum e profilo professionale, potranno contribuire a mantenere un assetto equilibrato anche durante gli impegni della Nazionale.

E’ stato il presidente Pier Luigi Bernabò ad illustrare la “ratio” del mercato bianconero: “La rosa dei giocatori è quasi completata e nelle prossime settimane potremo continuare a ufficializzarne i nomi. Le scelte sono state condivise con lo staff tecnico e sono coerenti con precise linee guida deliberate dal CDA  della Società”.

Il numero 1 della franchigia federale plaude all’attività del club in particolare nella figura del team manager Andrea De Rossi: “Sono convinto che De Rossi abbia fatto un ottimo lavoro, tenuto conto delle esigenze di budget e di una realtà oggettiva: le Zebre al momento sono meno ambite rispetto agli altri competitori europei. Mi auguro che i risultati e i fatti concreti possano nel breve termine modificare questa condizione e rendere il nostro club sempre più attrattivo non solo per i giocatori ma anche per il pubblico e le aziende: è una opportunità che bisogna saper cogliere con il contributo di tutti”.

Il primo innesto per la stagione 2015/16 delle Zebre Rugby sarà l’estremo Mils Muliaina, il secondo All Blacks a vestire la maglia delle Zebre Rugby. Nato nelle isole Samoa ma naturalizzato neozelandese, Muliaina è il quinto All Blacks in assoluto per numero di presenze, il secondo a raggiungere il traguardo dei 100 caps con la maglia dei tuttineri nell’ultima edizione della Coppa del Mondo vinta nel 2011 davanti al pubblico amico prima del ritiro dalla nazionale.

Firmato un accordo di un anno col giocatore che raggiungerà Parma al termine della stagione in corso giocata nella fila degli irlandesi del Connacht, avversari proprio delle Zebre nell’ultima gara casalinga della stagione. Proprio contro il XV del Nord-Ovest ha esordito in Europa lo scorso Novembre nella gara di andata del PRO12 mentre il prossimo 9 Maggio Muliaina potrebbe esordire ufficialmente allo Stadio Lanfranchi, questa volta in veste di avversario. Prima dell’esperienza irlandese il giocatore ha vestito in due fasi la maglia dei club neozelandesi Chiefs nel campionato di Super Rugby vinto nel 2003 con gli Auckland Blues. Il 34enne numero 15 ha giocato anche in Giappone nella fila dei Red Hurricanes di Osaka. Nella sua carriera internazionale anche cinque sfide contro gli Azzurri di cui due in Italia (Roma 2004 e Milano 2009) condite da tre mete.

Il team manager bianconero Andrea De Rossi ha aggiunto: “Nell’anno del mondiale (Inghilterra 2015 dal 18/9 al 31/10 ndr) è stato ancora più importante cercare di costruire una squadra che possa garantire un adeguato standard  anche in assenza dei tanti nazionali azzurri, come successo all’ultimo Sei Nazioni 2015 con ben 15 Zebre scese in campo nel torneo. Penso che non serva molto per presentare Muliaina, un giocatore simbolo del rugby stesso che ha all’attivo tre coppe del mondo di cui è campione in carica. Ritengo che con la sua immensa esperienza su tutta la linea dei trequarti possa dare un contributo importante alla crescita dei tanti giovani che faranno parte delle prossime Zebre”.

Comments

comments