Mondiali di rugby: “Vincere, contro la Romania non ci sono altre opzioni”

0
20

Geldenhuys: “Vincere, contro la Romania non ci sono altre opzioni“. Domani alle 15.30 diretta Sky Sport 2, differita MTV Italia dalle 19.00.

E’ una partita dei Mondiali, e la affronteremo come tale: è una sfida importante e difficile, che dobbiamo vincere ad ogni costo. Non ci sono altre opzioni”. Quintin Geldenhuys parla chiaro nella conferenza stampa che conclude la vigilia di Italia v Romania(domani diretta alle 15.30 italiane su Sky Sport 2 e differita MTV alle 19), ultima gara della Pool D della Rugby World Cup inglese. In palio il terzo posto nel girone e la qualificazione garantita con quattro anni d’anticipo all’edizione del 2019 in Giappone.

Il seconda linea delle Zebre è per la quinta volta capitano degli Azzurri e, dopo la seduta dei calciatori al Sandy Park, divide il tavolo della conferenza stampa con il tecnico dei trequarti Philippe Berot – ex consulente tecnico proprio della Romania ai Mondiali 2007 – ed al centro Michele Campagnaro, domani al debutto davanti al pubblico di Exeter dove l’ex Benetton Treviso giocherà quest’anno nel massimo campionato inglese con la maglia dei Chiefs.

Essere capitano dell’Italia è un grande onore, tanto più alla Rugby World Cup. Veniamo da una settimana di ottimo lavoro, abbiamo prestato grande attenzione alle rimesse laterali dopo le difficoltà contro l’Irlanda, una delle migliori squadre al mondo in quest’area del gioco, e sono fiducioso che faremo un passo avanti da questo punto di vista”, ha aggiunto il capitano degli Azzurri.

Sostituire Parisse è sempre una grande responsabilità, Sergio è un giocatore straordinario ed anche questa settimana è rimasto vicino alla squadra. E’ un esempio per tutti, così come Mauro Bergamasco, un professionista che da il 100% in ogni allenamento. Quella di non utilizzarlo domani è una decisione tecnica, io posso solo dire che è stato un privilegio giocare con un compagno come lui, su cui sapevi di poter contare in ogni istante. Anche se sarà in tribuna, domani sarà comunque al nostro fianco”, ha aggiunto Geldenhuys.

Sarà una partita dove l’apporto di noi avanti sarà fondamentale – ha proseguito Geldenhuys – e sappiamo che ci aspetta un confronto molto aspro con il pack rumeno. I primi otto uomini sono la forza della Romania, dal gioco degli avanti sono partiti per costruire una storica rimonta contro il Canada martedì scorso. Dovremo prestare grande attenzione”.

Philippe Berot, tecnico dei trequarti dell’Italia, ha detto che “per i nostri trequarti, tutti giovani, sarà una grande opportunità di far vedere il proprio valore. Abbiamo perso molti giocatori in questa campagna, ma penso che tutti domani daranno il massimo per vincere e per mettere Campagnaro nelle condizioni di esaltarsi da subito di fronte ai suoi nuovi tifosi”.

Il trequarti azzurro, dal canto suo, non ha nascosto “l’emozione di giocare per la prima volta a Sandy Park con la maglia dell’Italia. Con i Chiefs i primi approcci risalgono alla passata stagione, sono felice di poter entrare a far parte di un club prestigioso e dalle grandi ambizioni e non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura. Ma prima abbiamo una gara fondamentale da portare a casa”.

Comments

comments