A Rovereto via al 32° Torneo Internazionale “Città della Pace”

Inizia domani il Torneo Internazionale “Città della Pace”, evento primaverile tanto atteso a Rovereto, che raggiungerà la sua trentaduesima edizione, nel weekend di Pasqua.

Domani arriveranno a Rovereto squadre di 12 nazioni: Albania, Austria, Bosnia Erzegovina, Germania, Giappone, Kuwait, Polonia, Repubblica Ceca, Senegal, Serbia, Spagna e ovviamente Italia. Come ogni anno, tornano i fedeli partecipanti lontani, ovvero le squadre del Giappone e del Kuwait. Un centinaio le squadre e 2000 i giovani atleti provenienti da tutto il mondo.

5 le categorie di calcio presenti nel torneo: Pulcini Under 11, Esordienti Under 13, Giovanissimi Under 15, Allievi Under 17, Women (Open Age). 7 i siti gara: Stadio Quercia, Baratieri, Lizzana, Marco, Mori, Besenello, Fucine. 25 i volontari dello staff e 110 gli studenti volontari dello Junior Team, che per il settimo anno colorerà il Torneo.

Le due novità di quest’anno sono l’applicazione ufficiale del Torneo, TDP App, che aiuterà squadre, staff e appassionati; e TweeDP, il gigantesco pulcino mascotte del torneo che animerà i tre giorni di evento per grandi e piccini. Come ogni anno, centinaia le richieste dei giovani roveretani per ambire a un posto nel tanto desiderato progetto di volontariato, ormai diventato il cuore del Torneo. 3 le posizioni che si possono ricoprire: accompagnamento delle squadre, logistica e comunicazione.

Per essere selezionati dal Comitato Organizzatore e indossare la felpa del Junior Team (che quest’anno sarà gialla), i ragazzi hanno dovuto compilare una domanda di iscrizione che ha messo in luce le loro motivazioni e i loro punti di forza. Ieri si è svolto l’ultimo momento di formazione del Junior Team in cui sono stati controllati gli ultimi dettagli prima della partenza ufficiale del Torneo. Martedì mattina invece sono atterrati a Bergamo i ragazzi del Junior Team International, 10 giovani spagnoli di Castellbell i el Vilar che partecipano ad uno scambio con altrettanti ragazzi roveretani. Resteranno a Rovereto una settimana, ed oltre a fare da volontari durante il torneo avranno l’occasione di visitare la zona.

In agosto, i ragazzi italiani saranno ospiti in Spagna e faranno da volontari durante la Festa Major di Castellbell. Domani le squadre arriveranno allo Stadio Quercia per l’accredito: durante tutto il giorno i volontari dello staff e del Junior Team aspetteranno le squadre, allestendo l’impianto e preparando i momenti ufficiali del giorno successivo.

Alle 19 all’Auditorium Melotti ci sarà il Meeting dei Team Leaders, il tradizionale incontro di benvenuto tra autorità locali e i rappresentanti delle squadre. Sono previsti una serie di momenti di spettacolo in collaborazione con la scuola di danza X-Dance e la compagnia di acrobatica aerea FuoriQuotA. A seguire è previsto un buffet per i partecipanti.

Sabato mattina alle 8:30 ci sarà la cerimonia di apertura alla Campana dei Caduti. Al saluto del reggente della Fondazione Opera Campana dei caduti, Alberto Robol, seguirà l’Inno della Pace cantato e suonato dal vivo a cura del Minicoro di Rovereto. Un rappresentante per Nazione leggerà il giuramento seguito dalle note dell’inno nazionale. Il Presidente dichiarerà aperto il Torneo Internazionale Città della Pace. Concluderanno la Cerimonia i 100 rintocchi di Maria Dolens.

Alle 10:30 inizierà la sfilata festosa per le vie del centro, che coinvolgerà i duemila ragazzi che partiranno da piazzale Leoni e arriveranno a Piazza Rosmini, dove ci sarà un momento di festa. Sabato pomeriggio e domenica spazio alle partite sui campi della Vallagarina; alle 18 di domenica inizieranno le finali allo Stadio Quercia, a cui seguiranno le premiazioni intorno alle 22. A seguire un momento spettacolare con un brano cantato dal vivo a cura dei volontari del Torneo Internazionale Città della Pace e i tradizionali fuochi d’artificio con sottofondo musicale.