RUGBY. DIAVOLI A PRATO PER CHIUDERE IN BELLEZZA

0
16

Sabato alle 16 il Reggio farà visita al Prato nell’ultima giornata di stagione regolare, cercando una vittoria per chiudere in bellezza una stagione troppe volte avara di soddisfazioni.

Il Prato, fuori dalla lotta play-off vorrà regalare al proprio pubblico una bella prestazione, dal canto suo il Reggio invece, dopo la retrocessione già matematica, vuole dimostrare il valore di una squadra che per quanto dimostrato nel girone di ritorno, ha tutte le credenziali per meritarsi un posto nel rugby d’Eccellenza.

Il coach Ghini avendo a disposizione tutta la rosa, tranne qualche defezione, potrà schierare in campo una formazione, in cui potrebbero essere presenti  giocatori che nell’ultimo periodo hanno giocato meno, per permettergli di dimostrare il proprio valore e i miglioramenti fino a qui raggiunti.

Nelle ultime trasferte i Diavoli sono stati battuti negli ultimi minuti sia a Rovigo che contro le Fiamme Oro, in due incontri che li avevano visti dominare per gran parte del tempo ma in cui, sia a causa di errori arbitrali che di poca esperienza nel gestire certe situazioni, li hanno visti essere superati dagli avversari. Quindi la partita di sabato avrà anche il sapore di riscatto, per cercare una vittoria in trasferta, che ancora manca in questa stagione.

Sandro Ghini:”sarà una sfida durissima, anche se non c’è più nulla in palio. I miei ragazzi cercheranno di togliersi l’ennesima soddisfazione in questo finale di stagione, dopo la bella vittoria contro la Lazio. Vincere sul campo di Prato non è mai semplice, loro sono una squadra molto valida dal punto di vista tecnico e fisico, ma siamo sicuri di poterli mettere in difficolta. Sono orgoglioso dei miei giocatori e di quello che hanno fatto durante la stagione, dell’impegno e della serietà che hanno messo ogni singolo allenamento”.

Probabile formazione: Farolini, Giannotti, Russotto, Bernini, Canali, Torri, Daupi, Rimpelli, Bergonzini, Dell’Acqua, Caselli, Torlai Andrea, Fiume, Goty, Lanzano.

A disposizione: Rizzelli, Lanfredi, Scalvi Giovanni, Mandelli, Vaki, Mannato, Bricoli, Castagnoli

Comments

comments