SCONFITTI MA CONVINCENTI I THUNDERS TRENTO

0
27

Sconfitti, ma sostanzialmente soddisfatti del loro gioco, i Thunders Trento che perdono la prima del girone di ritorno del campionato italiano CIF9 contro i Ravens Imola per 18 a 34.

Con qualche errore difensivo in meno, ma soprattutto con qualche lancio completato dai ricevitori trentini, il risultato avrebbe potuto essere ribaltato a favore dei Thunders.

Sistemate tutte le criticità dei primi match stagionali, stavolta l’attacco ha lavorato bene e ha bloccato gli avversari permettendo al quarterback Matteo Scozzi di far vedere le sue qualità, risultando il migliore in campo per i suoi tecnici, al pari di Davide Todeschi in difesa. Come al solito ‘imprendibile’ e ‘funambolico’ Tommaso ‘Giro’ Girelli che con Elis Fontana ha dato seri grattacapi alla difesa ospite.

In difesa i Thunders erano privi di Rigoni e Rizzardi e proprio dal backfield sono giunti segnali negativi per la giornata storta di qualche giocatore e per l’inesperienza dei nuovi innesti.

Ci sarà sicuramente da lavorare invece sui calci di trasformazione, tutti falliti nonostante il buon lavoro del centro, il presidente-giocatore Mario Vincenzo, e della linea di attacco.

Se al ritorno in campo dopo l’intervallo non avessero avuto un momentaneo calo di intensità e di concentrazione, i Thunders avrebbero potuto portare a casa la vittoria, ma sicuramente i Ravens non hanno demeritato, anzi, con una squadra basata su pochi giocatori di valore e talento hanno creato un gruppo che nei fratelli Masi ha due agonisti capaci di caricare i compagni alle sfide più difficili.

Partita che ha divertito il pubblico presente e che si è segnalata anche per la sportività in campo e fuori, con le due squadre assieme nel dopo partita a chiacchierare e brindare al football americano.

Simpatico anche il kickoff iniziale, il calcio di inizio, eseguito dall’Assessore allo Sport e Istruzione del Comune di Trento Paolo Castelli che poi si è fermato a guardare parte dell’incontro sugli spalti.

Di Girelli su corsa i touchdown dei Thunders, mentre per i Ravens 2 touchdown su ricezione per Andrea Morara, 1 di Zanoni su ricezione e uno di Raffini e Scattabriga su corsa, con 2 trasformazioni alla mano di Manuel Masi.

Ora per i Thunders ci sarà uno stop forzato di 3 settimane per lo spostamento della partita di Bologna contro i Persiceto Knights al 12 aprile e gli allenatori Franco Olivetto e Fabrizio Mariotti tenteranno di far tornare nei loro ragazzi lo spirito che lo scorso anno li aveva fatti diventare imbattibili in campionato.

Per passare automaticamente ai playoff bisognerà arrivare primi o secondi del girone, mentre poi passeranno anche le migliori terze del campionato e dato che al momento i Thunders sono terzi sarebbe auspicabile una vittoria, magari con ampio margine di scarto, per garantire il passaggio del turno o il ripescaggio per differenza punti.

Renato Bortolin

Comments

comments