Stasera ultima sfida del girone della Trentino Diatec in CEV Champions League

Si gioca stasera l’ultimo turno della Pool E di 2018 CEV Volleyball Champions League. La Main Phase della più importante rassegna continentale per club  si concluderà per la Trentino Diatec al PalaTrento, dove arriveranno i belgi del Noliko Maaseik per il match valevole per la sesta giornata. Fischio d’inizio previsto per le ore 20.30.

QUI TRENTINO DIATEC –  Conquistata con un turno d’anticipo per l’ottava volta nella sua storia (su otto partecipazioni) la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta della CEV Champions League, la formazione gialloblù torna in campo per la terza volta in una settimana al PalaTrento ugualmente con la necessità di vincere la partita con qualsiasi punteggio per terminare quantomeno al secondo posto il girone, resistendo così al tentativo di sorpasso proprio degli avversari di mercoledì. Il piazzamento varrebbe comunque tanto, perché garantirebbe un abbinamento sulla carta più “morbido” nei Playoffs 12 (il sorteggio venerdì 2 marzo in Lussemburgo). “Questo appuntamento per noi rappresenta una piccola finale, perché assegna il secondo posto della Pool E – conferma l’allenatore Angelo Lorenzetti – . Al di là del valore della posizione in classifica, che comunque è importante, il match conta tanto anche per fissare un traguardo intermedio nel nostro percorso in Champions League. Lo ritengo, inoltre, un banco di prova attendibile anche in vista della partita di SuperLega che poi dovremo giocare domenica a Monza; rispetto alla partita d’andata disputata in Belgio il Noliko Maaseik è cresciuto molto, in particolar modo nella fase di cambiopalla”. Per il terzo appuntamento internazionale del 2018 la Trentino Diatec si presenterà al gran completo.

CINQUANTESIMA PARTITA INTERNAZIONALE AL PALATRENTO – In questa circostanza il PalaTrento taglierà un prestigioso traguardo; Trentino Diatec-Noliko Maaseik sarà infatti la cinquantesima gara internazionale giocata nell’impianto di via Fersina da Trentino Volley. Il dettaglio parla di 35 partite in Champions League (30 vittorie, 4 sconfitte), 3 in Top Teams Cup (2 successi, 1 sconfitta) e 12 in Coppa CEV (10 affermazioni, 2 battute d’arresto). Per il Club di via Trener si tratterà poi della 143a gara internazionale della sua storia (bilancio di 117 vittorie e 25 sconfitte), l’80a in Champions League, in cui andrà alla ricerca del successo numero 65 di sempre.

GLI AVVERSARI – Il Noliko Maaseik si presenta a Trento alla ricerca del colpo grosso, mai riuscitogli in tre precedenti: violare il PalaTrento consentirebbe infatti alla principale società pallavolistica del Belgio (il suo palmarès conta su 14 scudetti, 14 coppe di Belgio e 14 supercoppe nazionali e non ha eguali in patria) di qualificarsi con certezza ai Playoffs 12 del torneo, risultato che non ottiene da più da quattro stagioni, mentre in caso contrario dovrebbe sperare di rientrare fa le due migliori terze classificate dei cinque gironi, per poter accedere al tabellone finale. La squadra affidata a Joel Banks vuole la qualificazione anche per riscattare la recente sconfitta nella Finale della Coppa del Belgio, ceduta a sorpresa per 1-3 agli storici avversari del Roeselare dopo che il Noliko aveva vinto la regular season del campionato nazionale con tre punti di vantaggio proprio sullo stesso Knack. Nel precedente weekend i rossoneri hanno superato per 3-1 in casa il Guibertin nella seconda giornata della seconda fase, guidati dall’opposto Cox (27 punti) e dallo schiacciatore Bruno (17). La rosa del Noliko Maaseik: 1. Jolan Cox (o), 2. Sebastien Dumont (l), 3. Michiel Ahyi (s), 4. Timo Tammemaa (c), 5. Jelte Maan (s), 6. Just Dronkers (l), 9. Jay Michael Blankenau (p), 10. Nicolas Bruno (s), 11. Kamil Rychlicki (s), 12. Stef Van Heyste (p), 13. Sebastian Gevert (o), 16. Berre Peters (s), 17. Dane Mijatovic (c), 18. Nicholas Sighinolfi (c).  Allenatore Joel Banks.

LA SITUAZIONE DELLA POOL E – Stasera si chiude il quadro della Pool E con le ultime due partite in programma; la situazione è tutta ancora da definire per quanto riguarda le prime tre posizioni, con lo Zaksa Kedzierzyn-Kozle che ha però fra le mani l’opportunità, vincendo con qualsiasi punteggio il match casalingo con l’Arkas Izmir (già matematicamente ultimo e quindi eliminato), di blindare il primo posto, avendo attualmente una vittoria in più (4 contro 3) di Trento e Maaseik. Lo scontro diretto fra i gialloblù e i belgi assegnerà invece verosimilmente il secondo posto alla squadra che vincerà il confronto. Venerdì 2 marzo in Lussemburgo il sorteggio dei Playoffs 12, turno ad eliminazione, a cui la Trentino Diatec è comunque già qualificata anche qualora dovesse perdere contro il Noliko (in quel caso come migliore terza).

I PRECEDENTI – Con il match di stasera diventeranno otto i confronti ufficiali fra le due  società, sfidatesi in precedenza nei Playoffs 12 dell’edizione 2012 e 2014 di CEV Champions League, nella fase a gironi dell’edizione 2016 e nella gara d’andata del torneo in corso. Il bilancio è totalmente favorevole a Trentino Volley, capace di concedere agli avversari appena quattro set fra il confronto del 31 gennaio 2012 (3-0 in Belgio), dell’8 febbraio 2012 (3-1 al PalaTrento), del 14 gennaio 2014 (3-1 a Maaseik), del 22 gennaio 2014 (nuovo 3-1 al PalaTrento), del 5 novembre 2015 (3-0 ancora al PalaTrento), del 26 gennaio 2016 (3-0 in Belgio) e quello del 5 dicembre 2017 alla Steengoed Arena con parziali di 17-25, 23-25, 25-23, 17-25 e Lanza best scorer con 16 punti. Il bilancio con squadre del Belgio parla solamente di vittorie, tenendo conto anche dei quattro successi che Trentino Volley ha ottenuto sul Roeselare e dei due sull’Asse-Lennik.

GLI ARBITRI – La gara sarà diretta da Milan Rajkovic, primo arbitro croato di Rijeka, e da Stanislava Simic, secondo arbitro serbo di Obrenovac. Rajkovic è l’unico dei due ad aver già incrociato Trentino Volley in una partita ufficiale: arbitrò Trento-Paok Salonicco 3-0 del 19 gennaio 2016 (fase a gironi dell’edizione 2016 di CEV Champions League).