Dopo l’ottimo pareggio conquistato sul campo del Darfo Boario, il Trento torna davanti al pubblico amico per affrontare oggi pomeriggio (kick off alle 14.30) il Lecco, formazione blasonatissima che attualmente occupa la settima piazza in classifica a quota 44 punti, sei in meno della Pergolettese (che però ha già riposato), quinta della fila. L’obiettivo dei gialloblù, reduci da tre risultati positivi (successo nel derby contro il Levico Terme e pareggi contro Ciliverghe Mazzano e Darfo Boario) è quello di allungare la striscia positiva iniziata un mese fa nel derby provinciale. Anche i lombardi stanno attraversando un buon momento, come testimoniano gli otto punti (2 vittorie e 2 pareggi) conquistati nelle ultime quatto partite. Dirigerà l’incontro il Signor Andrea Sprezzola di Mestre, coadiuvato dagli assistenti Emanuele Santoruvo e Stefano Franco, appartenenti rispettivamente alle sezioni di Piacenza e Padova.

In campo – Sono ventuno i calciatore convocati da mister Filippini. Unico assente l’infortunato Pangrazzi, alle prese con un problema muscolare.

I nostri avversari – La sezione calcistica della città di Lecco nacque ufficialmente il 22 dicembre 1912 grazie all’idea di Vico Signorelli membro del consiglio di amministrazione della Società Canottieri Lecco. I colori sociali della squadra sono fin dalla sua fondazione il blu-celeste. Nel corso della sua ultracentenaria storia, il sodalizio lombardo ha militato per tre stagioni anche in serie A, dal 1960 al 1962 e nell’annata 1966 – 67. Nel recente passato, il Calcio Lecco 1912 è incappato in due fallimenti, esattamente al termine del campionato di serie C1 2001 – 2002 e la scorsa primavera. Dopo la straordinaria salvezza conquistata ai playout contro l’Olginatese, la proprietà della società (che ha mantenuto i diritti sportivi) è stata acquistata dall’imprenditore brianzolo Paolo Di Nunno, già massimo dirigente del Seregno Calcio. Da qualche settimana sulla panchina lombarda siede Alessio Tacchinardi, ex calciatore di Atalanta, Juventus (11 stagioni per lui in bianconero), Villarreal, Brescia e Nazionale (13 presenze in maglia azzurra), che ha preso il posto dell’esonerato Alessio Delpiano. Per Tacchinardi si tratta della terza esperienza alla guida di una prima squadra dopo aver allenato, a due riprese, la Pergolettese, segnatamente nel 2013 e nella stagione 2015 – 2016. L’elemento di maggior spicco dell’organico lombardo – ma oggi per assente per infortunio – è certamente il centravanti Cristian Bertani, approdato in estate in bluceleste e autore già di cinque marcature. L’attaccante legnanese vanta trascorsi importantissimi in serie B con le maglie di Sampdoria (30 presenze e 6 reti), Novara (33 presenze e 17 marcature nella stagione 2010 – 2011), Como (2 presenze) e Venezia (7 presenze), oltre a trecento e più “gettoni” tra serie C1 e C2 con Como, Savona, Carrarese, Alto Adige, Varese, Grosseto, Ivrea e Novara con un totale di 81 marcature realizzate. Gli altri elementi d’indiscutibile valore dell’organico sono il 35enne centravanti Fabio Cristofoli, giocatore da 140 reti in categoria con la doppia cifra raggiunta in otto occasioni (per lui 6 centri nell’attuale campionato), i difensori centrali Francesco Luoni e Ivan Merli Sala, il capitano Gabriele Cavalli e l’altro centrocampista Fabio Roselli. Gli assenti per infortunio tra le fila ospiti sono il sopracitato Bertani, Rea, Corteggiano, Scaglione, Malvestiti e Zammuto.

La probabile formazione del Lecco (4-4-2): Nava (97), Visconti (99), Luoni, Merli Sala, Mureno, Meyergue, Moleri (98), Roselli, Bignotti, Caraffa (98), Cristofoli.

A disposizione: Guagnetti, Mortara, Draghetti, Colombo, Cavalli, Rossi, Rabbeni.

Gli ex della partita – Nessun ex tra campo e panchina per la sfida tra le due formazioni.

I precedenti – Le due società vantano una lunghissima serie di precedenti e si sono già affrontate in tre categorie. Eccezion fatta per la sfida dell’andata gli unici due confronti in serie D risalgono alla stagione 2012 – 2013: nel match d’andata, disputato allo stadio “Rigamonti – Ceppi” il 21 ottobre 2012 il Trento guidato allora da Luciano Gabrielli venne superato per 4 a 1 dai lombardi, che s’imposero grazie alla doppietta di Castagna (ancora oggi in forza ai blucelesti, ma assente per infortunio), Asiedu e Chessa, mentre il punto della bandiera gialloblù venne firmato da Claudio Ferrarese. Al ritorno (3 marzo 2013) il Lecco espugnò il “Briamasco” (sulla panchina aquilotta era subentrato Luciano De Paola) con marcature di Mauri e Castagna. Lecco e Trento si sono confrontate per ben otto volte nel girone A di serie C2 nel corso degli anni ’90, in maniera continuativa dal 1991 al 1995. Il bilancio complessivo parla di due vittorie dei lombardi, ben cinque pareggi e un solo successo del club di via Sanseverino (1 a 0), datato 6 febbraio 1994.

Così all’andata – La sfida disputata il primo novembre 2017 allo stadio “Rigamonti – Ceppi” di Lecco si concluse con il successo per 2 a 0 del Lecco grazie ai gol di Luoni e Cristofoli.

LECCO – TRENTO 2-0

LECCO (4-2-3-1): Nava; Mortara, Merli Sala, Luoni, Mureno; Roselli (31’st Martina Rini), Ghidinelli; Compagnone (44’st Bellanca), Cavalli (42’st Meyergue), Bertani (25’st Zammuto); Cristofoli.

A disposizione: Guagnetti, Bignotti, Colombo, Montaperto, Granata.

Allenatore: Alessio Delpiano.

TRENTO (4-3-1-2): Scali; Toscano, Giacomoni, Calcagnotto, Diop; Furlan, Bertaso (22’st Pangrazzi), Appiah; Ferraglia (21’pt Rippa); Kyeremateng (28’st Lillo), Lella (11’st Zecchinato).

A disposizione: Cuoco, Casagrande, Cavagna, Bacher, Boldini.

Allenatore: Roberto Vecchiato.

ARBITRO: Angiolari di Ostia Lido

RETI: 39’pt Luoni (L), 7’st Cristofoli (L).

NOTE: spettatori 800 circa. Campo in ottime condizioni. Ammoniti Cavalli (L) per proteste, Luoni (L), Lella (T), Zecchinato (T) per gioco falloso. Calci d’angolo 3 a 3. Recupero 3′ + 5′.

 

LA CLASSIFICA DEL GIRONE B

Rezzato 64 punti; Pontisola* e Pro Patria* 59; Darfo Boario 55; Pergolettese* 50; Virtus Bergamo 49; Lecco 44; Caravaggio 40; Bustese Milano City* 38; Ciliverghe Mazzano* 37; Lumezzane 35; Levico Terme** 34; Crema* 33; Scanzorosciate* e Trento* 32; Ciserano 29; Grumellese* 25; Dro Alto Garda* 21; Romanese* 10. **due partite in meno; *: una partita in meno.

I CONVOCATI

PORTIERI: Festa (99); Matin (98).

DIFENSORI: Badjan (99); Carella (98); Casagrande (91); Giacomoni (87); Kostadinovic (92); Sorbo (91); Toscano (98).

CENTROCAMPISTI: Appiah (93); Bacher (88); Bertaso (98); Boldini (92); Bortoli (94); Dadson (90); Furlan (85); Paoli (97).

ATTACCANTI: Aperi (92); Bardelloni (90); Ferraglia (99); Zecchinato (90).