Conclave tridentino: l’Arcivescovo di Avio dato favorito, Tiene il Cardinale

Conclave sino all’ultimo incerto per quanto riguarda il prossimo Principe vescovo di Trento. Stando alle ultime voci provenienti dalla Cappella Sistina sembrerebbe che il Cardinale romano Tonon sia al 37% dei consensi da parte dei grandi elettori.

Un risultato che lo porta vicino, ma non abbastanza, al suo diretto sfidante, l’Arcivescovo di Avio che di recente è stato proclamato Nunzio Apostolico presso la Santa Sede. Dato per favorito anche per merito della sua nomina, l’Arcivescovo di Avio deve evitare il ritorno dei principi di San Matteo da Firenze e che ancora non colgono il messaggio rivoluzionario del Fraticello di Bruxelles salito agli onori della cronaca per aver bloccato persone provenienti dalla Quarta Sponda. Risulterebbe che il giovane Don Domenico da Aldeno possa portare a casa un apporto di Grandi elettori pari a circa 18-20. I vescovi delle Tre Cime azzurre potrebbero contare su un numero di Grandi Elettori tra i 6 e gli 8. Seguono i fedeli dell’ordine di Arcore che si appostano su un numero di Grandi Elettori pari a circa 3. Circa stesso risultato anche l’ormai ex aspirante Vescovo di Trento.
Il misterioso abate Gaspari che, a capo di un gruppo di monaci appassionati di astronomia e di stelle, potrebbe incassare un numero di Grandi elettori pari a 9. A quel punto si potrebbero aprire trattative tra l’Arcivescovo di Avio e l’abate Gaspari, ma da parte di quest’ultimo netta chiusura nei confronti di alcuni ordini vicini all’Arcivescovo. Alcuni sperano nel ridimensionamento dell’abate, ma quasi per sicuro è che l’uscente Principe Vescovo si possa attestare su circa 7 Grandi elettori.
E il cardinale Tonon che cosa farà? Al momento Tonon è in rapida ripresa anche grazie al supporto di cardinali a noi pochi conosciuti e a lui fedeli.

Queste sono solo ovviamente indiscrezioni provenienti dalle Sacre Stanze che si basano su fugaci bisbigli compiuti nel totale anonimato. Saranno attendibili? Si attende la fumata bianca.