Francia eliminata a causa dell’astinenza sessuale? Per la sessuologa Spina: “Potrebbe essere. Sesso può favorire la prestazione in campo”

photocredit: flickr - nazionale calcio

La sessuologa Rosamaria Spina è intervenuta nel corso del programma Genetica Oggi condotto da Andrea Lupoli su Radio Cusano Campus, in merito alla sconfitta della Francia agli Europei e alla scelta dell’allenatore dei transalpini Didier Deschamps di vietare il sesso ai giocatori prima di ogni partita.

La sessuologa ha esordito parlando del rapporto tra astinenza e performance sportive, affermando: “E’ stata la mancanza di sesso a far perdere la Francia contro la Svizzera? Potrebbe essere. Il modello dell’astinenza sessuale prima di una partita o di una performance sportiva, che è quello adottato da Deschamps, è un modello vecchio e superato, anzi che andrebbe superato. Pensare che il sesso faccia stancare l’atleta è qualcosa che non si può generalizzare a tutti. Il tema centrale è quello che riguarda ‘la curva di attivazione’ che ogni persona ha, atleti inclusi. Ognuno di noi risponde agli stimoli in modo differente, c’è chi necessita di un livello di attivazione più elevato per rispondere bene a qualunque stimolo e chi al contrario per farlo necessita di un livello più basso. L’attivazione riguarda una condizione mentale o fisica, chi necessita per esempio di un livello di attivazione più elevato, ossia ha bisogno di sentire di più la tensione per rispondere bene ad uno stimolo, dovrà evitare tutto ciò che abbassa questo livello di tensione, sesso incluso. Nell’altro caso invece, abbassare questo livello, anche con il sesso, migliora la prestazione sportiva.”

Proseguendo, Rosamaria Spina, è entrata nel dettaglio della scelta dell’allenatore Deschamps: “La scelta di Deschamps, di non permettere di fare sesso ai suoi giocatori, ha sicuramente influito a livello psicologico oltre che fisico sulla prestazione in campo. La componente fisica e psicologica si influenzano a vicenda sempre tenendo conto della curva di attivazione.”

Infine, concludendo il suo intervento, la sessuologa ha elargito alcuni consigli alla nazionale italiana di calcio (impegnata domani contro il Belgio nei quarti di finale dell’Europeo): “Agli Azzurri, alla vigilia della partita con il Belgio, consiglierei di valutare la loro singola attitudine e se per alcuni di loro è importante scaricare energia con l’attività sessuale allora che ben venga un po’ di sano sesso anche poco prima della gara. Anche fino a qualche ora prima, il sesso può favorire la prestazione in campo.”