Afghanistan. Biden ammette che l’interesse statunitense è superiore ai valori occidentali

La nostra missione in Afghanistan non è mai stata pensata per costruire una nazione ma per contrastare il terrorismo.”

Lo ha detto il presidente Usa Joe #Biden parlando alla nazione dalla Casa Bianca sull’Afghanistan.

Parole pesanti e che lasciano sconcertati anche alla luce dell’impegno italiano in Afghanistan e ai relativi costi che i contribuenti hanno sostenuto non per ricostruire una nazione, ma praticamente per contrastare il terrorismo che combatte l’imperialismo USA. Nel giro così di pochi minuti l’intera retorica dell’esportazione della democrazia che per anni è tuonata sui nostri mass media è stata smontata.

A prevalere su tutto l’interesse degli Usa e poco importano le immagini strazianti dei collaborazionisti afgani che cadono dagli aerei statunitensi disperati. Il presidente degli Usa ha parlato così alla nazione dalla Casa Bianca. Non aveva ancora rotto il silenzio dopo che Kabul è caduta nelle mani dei talebani.

“L’obiettivo era combattere i terroristi, abbiamo demolito Al Qaeda. L’accordo con i talebani è stato ereditato dall’amministrazione Trump”, ha detto.


Una cosa è comunque certa: l’onestà di Biden che dopo decenni ha finalmente detto quello che gli USA hanno sempre pensato (e fatto): “Non ci interessa il destino dell’#Afghanistan e della sua popolazione, ci interessano solo gli interessi degli USA e dei nostri cittadini“.

Adesso serve un disegnino per farlo capire o ci arriviamo da soli?

Giorgio Cegnolli