La pecora che non ti aspetti..

Tra i migranti un animale ora in gestione

Sono Tredici complessivamente i tunisini, fra cui due donne e tre minori che sono sbarcati stanotte nel molo Favarolo, a Lampedusa.

Anche in questo caso si tratta di una bagnarola di fortuna. Ad intercettare il barchino, a circa 20 miglia dalla costa, è stata la Guardia costiera.

La cosa interessante è che il viaggio non deve essere stato malfermo perché sull’imbarcazione c’era anche una pecora.

L’animale sta bene. E’ già stato avvertito il servizio veterinario dell’Asp di Palermo.

Ansa ha postato la foto dell’animale rinfrescato dopo il viaggio a corredo del comunicato.
    La “carretta” è stata lasciata alla deriva e i 13 dopo lo sbarco sono stati portati nell’hotspot dove, al momento, ci sono 180 ospiti. Ieri, la polizia era riuscita – su disposizione della Prefettura di Agrigento – a trasferire 634 migranti. Gli ultimi 69, in serata, erano stati imbarcati sul traghetto di linea Novelli che è giunto all’alba a Porto Empedocle. 

Informazioni su martinacecco 213 Articoli
Giornalista scientifica, scrivo per Donnissima, già direttrice di Liberalcafé. Studentessa di Filosofia a indirizzo storico presso l'Università degli Studi di Trento.