Marcialonga, foto RAI
Ambiente

Marcialonga: al Duomo col gatto gommato

In Piazza Duomo alle 18 Cerimonia Ufficiale di Apertura della 50.a edizione Campioni, senatori, olimpionici, il fondatore Cristofolini, tutti sul palco Sfileranno le 36 bandiere delle nazioni partecipanti, in 7500 domenica al via Inizio con l’Inno alla Marcialonga del Coro della Sosat

Secondo il Sindaco di Trento Franco Ianeselli la Marcialonga inaugurata in città non sarà impattante dal punto di vista ambientale. L’iniziativa si inserisce in città per il suo 50esimo anniversario, i lavori hanno la peculiarità di completare il tracciato, attualmente non innevato, con trasporto di poca neve in centro a Trento. Nella giornata di oggi le prime consegne: essa dovrebbe permanere nel capoluogo per tre giorni scarsi, dopo di che verrà riportata via a partire da domani notte.

L’anniversario non poteva essere difetto del coinvolgimento della città: la Marcialonga di Fiemme e Fassa scenderà per qualche ora a Trento, la giornata inaugurale è domani con inizio alle ore 18.00. Dopo l’enorme entusiasmo dei giorni scorsi la macchina organizzativa è lanciata per le ultime faccende.

Mentre si discute di quanto sia suggestiva la piazza innevata, la temperatura odierna era contro: 11 gradi esatti, che non sono il massimo per un manto innevato artificialmente in città. Durante la notte difficilmente la temperatura sarà favorevole. Domani terminano i preparativi e si terrà l’evento di cui sopra. La neve artificiale, ad oggi, si produce con -7 e costa molto poco, in sé. Quello che invece merita discutere è se, in queste condizioni, al netto dell’Anniversario, si possono continuare a progettare iniziative di questo tipo. Ci sono molte criticità e questa edizione sarà meglio godersela, il centenario potrebbe essere molto meno felice.

Ad ogni modo, trattandosi dell’anniversario, era evidente che non si poteva evitare una scelta difficile e discutibile. La popolazione è divisa in diverse fazioni, pare che la prevalenza sia scettica ma non per partito preso, semplicemente perché questo inverno è particolarmente mite e particolarmente delicato: le famiglie non arrivano a pagare le bollette, è un po’ uno schiaffo morale per molti. MC

PROGRAMMA DI DOMANI QUI

FOTO RAI TG REGIONALE

Riguardo l'autore

martinacecco

Giornalista scientifica, scrivo per Donnissima, già direttrice di Liberalcafé.
Studentessa di Filosofia a indirizzo storico presso l'Università degli Studi di Trento.

Secolo Trentino