Orso. Gassman contro l’ordinanza di Fugatti: ” Siete degli incapaci e dovete vergognarvi”

photocredit: green planet news

Nelle ultime ore uno degli argomenti che ha caratterizzato maggiormente l’attenzione mediatica locale, è stata sicuramente la vicenda relativa all’orso che nell’area del Monte Peller ha aggredito una coppia, padre e figlio, ferendoli non gravemente.

A scatenare maggiormente le polemiche era arrivata anche la decisione del Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, che con un’ordinanza aveva indicato nell’identificazione e nell’abbattimento dell’orso la via giusta in cui procedere. Ordinanza che aveva però trovato discorde anche il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.

Mentre in Trentino l’opinione pubblica continua ad essere divisa tra chi ritiene che l’orso vada abbattuto e chi invece sostiene che andrebbe lasciato vivere, la vicenda ha valicato i confini provinciali arrivando ad essere oggetto di discussione anche al di fuori del Trentino.

Il famoso attore Alessandro Gassmann, figlio del compianto Vittorio, attraverso il suo profilo Twitter ha voluto partecipare al dibattito sulle sorti dell’orso, affermando: “Noi siamo circa 60.000.000, gli orsi in Trentino circa 80, gli abbiamo invaso ogni spazio, depredato, cementificato, disboscato, sversato, bruciato, e ora ne abbattete uno con prole perché sostenete sia pericoloso? Lui pericoloso?!”. L’attore romano mostrando di non aver gradito l’ordinanza di Maurizio Fugatti si è poi lasciato andare a parole, perlomeno, discutibili affermando: “Siete degli incapaci e dovete vergognarvi”

Sempre attraverso Twitter, Alessandro Gassmann, ha poi invitato i suoi seguaci a mandare un tweet al Presidente Fugatti ironizzando, sempre in maniera più che discutibile, sulla sua figura e sul suo partito di appartenenza.

Leggi anche: