Elezioni politiche, Urzì: "Necessario un candidato che riscaldi gli animi"

Chi sarà il candidato per il Centrodestra per il collegio di Bolzano e della Bassa Atesina? Probabilmente Urzì o un esponente di qualche lista civica. In merito al primo una sua candidatura non è un’ipotesi remota anche se il diretto interessato preferisce che le forze politiche locali puntino a un candidato che “sia il più coinvolgente possibile e che sappia emozionare”. E’ questa la partita che si giocherà per quanto riguarda la circoscrizione della Bassa Atesina dove vi è la forte incognita dell’alleanza Partito Democratico – SVP. 
Lo scopo, come affermato dal Consigliere regionale, è quello di “riscaldare gli animi” con un candidato che non necessariamente deve essere legato ad un partito e che semmai possa provenire dal mondo civico o delle liste civiche. La lotta nelle prossime settimane, in vista delle elezioni del 4 marzo, sarà all’ultimo voto in virtù del fatto che i sondaggi danno quasi alla pari le due coalizioni.
Andrea de Bertoldi, intanto, è stato proposto da Urzì come candidato di punta all’interno di Fratelli d’Italia del Trentino, e vi potrebbe esserci il sostegno di tutta la coalizione, con la quale, dice, “abbiamo ottimi rapporti”. 
Il vero problema che riguarderà le elezioni politiche, sopratutto per quanto riguarda il collegio di Bolzano e della Bassa Atesina, è il riuscire a trovare una figura effettivamente rappresentativa di un mondo politico. Certamente esponenti quali Christian Bianchi possono essere portatori di voti, ma altresì vero è che personalità come Alessandro Urzì non sono da tenere in secondo piano date anche le caratteristiche del personaggio politico che nel corso delle ultime due elezioni comunali nel capoluogo atesino si è fatto valore, sfiorando addirittura la vittoria contro ogni previsione e aspettativa.