Trento. Trentenne cinese vendeva prodotti avariati, N.A.S. sequestrano 58 chili di carne

Con l’avanzare dell’estate sono sempre di più i turisti che scelgono il Trentino e il suo capoluogo come meta per le vacanze estive o per le gite fuoriporta.

Per questo motivo i Carabinieri del N.A.S. di Trento continuano a rivolgere la propria attenzione al benessere dei cittadini e dei turisti che ogni giorno scelgono gli esercizi commerciali di Trento per i loro acquisti o per i loro pasti.

Nel corso degli ultimi giorni i Carabinieri del N.A.S. di Trento hanno intensificato i controlli nel centro storico presso gli esercizi pubblici adibiti alla preparazione di cibi ed alla vendita di generi alimentari effettuando verifiche amministrative e controlli di natura igienico sanitaria in alcuni negozi etnici del settore.

A seguito delle ispezioni e dei controlli un cittadino cinese di trent’anni, H.U, è stato segnalato sia all’Autorità Giudiziaria che a quella amministrativa.

I Carabinieri del N.A.S. di Trento durante il controllo al suo esercizio hanno riscontrato gravi irregolarità circa la conservazione delle derrate alimentari, ponendo contestualmente sotto sequestro circa 58 Kg. di carni avicole e 8 Kg. di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione.

Derrate che avrebbero certamente potuto nuocere ai consumatori se non fosse stato per il capillare e costante lavoro dei Carabinieri.