Borse in ripresa ma sarà determinante la decisione della FED di marzo

Martedì i mercati azionari statunitensi sono saliti. Il Dow Jones ha aperto la sessione un po’ più deciso e ha continuato ad allungare il vantaggio. Infine, il principale indice statunitense ha guadagnato l’1,06% a 35.462,78 punti. Anche l’indice tecnologico NASDAQ Composite è riuscito a saltare in vantaggio dopo aver ceduto in partenza. Alla campana di chiusura è salito a 14.194,45 punti (+1,28 per cento). Le aspettative degli operatori di mercato sul ritmo dell’ulteriore inasprimento con un’inflazione persistentemente elevata sono aumentate in modo significativo nelle ultime settimane – nel corso dell’inversione di tendenza dei tassi di interesse della Federal Reserve statunitense, che dovrebbe avvenire a marzo, ha riferito l’agenzia di stampa tedesca.

Nuovi dati sull’inflazione negli Stati Uniti sono quindi all’ordine del giorno per giovedì. Fino ad allora, l’attenzione degli investitori era principalmente sull’attuale stagione di rendicontazione trimestrale, con i dati di Pfizer, DuPont e Amgen, tra gli altri. Inoltre, Peloton è stato nuovamente al centro dell’attenzione degli investitori. L’azienda vuole uscire dalla crisi con un cambio di capo e misure di austerità.

GER 40

Dopo le buone indicazioni delle borse americane, anche il mercato azionario tedesco ha aperto con utili a metà settimana. La fiducia nel potere economico degli Stati Uniti aveva indotto l’acquisto di azioni a New York il giorno prima. L’atmosfera amichevole del mercato azionario è poi proseguita nei centri commerciali dell’Asia-Pacifico. Dal punto di vista dell’azienda, mercoledì i nuovi dati economici dominano l’andamento dei prezzi. Il Dax ha guadagnato l’1,34% nelle prime contrattazioni a 15.447,11 punti.

“L’umore sta migliorando”, ha affermato l’analista Thomas Altmann del gestore patrimoniale QC Partners. L’intensità delle fluttuazioni dei prezzi è in diminuzione, segno di maggiore fiducia tra gli investitori. L’assenza di cattive notizie è sufficiente per attirare gli investitori sul mercato azionario. Tuttavia, l’analista tecnico Martin Utschneider della banca privata Donner & Reuschel sottolinea che i segnali di allerta e debolezza del mercato tecnico sono ancora intatti.

Quindi una continuazione della ripresa non è ancora una conclusione scontata. Il Dax è recentemente sceso al di sotto di importanti supporti. I dati trimestrali finali di Siemens Energy sono stati accolti relativamente bene in borsa con un aumento del prezzo dell’1,3%. In una valutazione iniziale, l’analista Simon Toennessen della casa di investimento Jefferies ha sottolineato ancora una volta gli obiettivi di crescita e redditività ridotti del gruppo di tecnologia energetica per l’anno in corso a causa di Siemens Gamesa. Tutto sommato, le cifre non hanno portato grandi sorprese. Dopo la presentazione dei dati annuali ai vertici del Dax, le azioni Qiagen sono aumentate del 4,7 per cento.

L’analista Falko Friedrichs di Deutsche Bank ha scritto di buone cifre chiave nel quarto trimestre e di prospettive fiduciose per la società di diagnostica. Dal punto di vista degli investimenti, è ancora più piacevole che il business non Covid abbia ottenuto ottimi risultati.