Economia

Forum commerciale Russia-Uzbekistan sull’Unione Economica Eurasiatica: il cambiamento strutturale del mondo economico in atto adesso

Intervento di Mikhail Mishustin al Business Forum Russia-Uzbekistan: “Prima di tutto, vorrei ringraziare i nostri partner uzbeki per un’iniziativa così tempestiva e molto utile con i rappresentanti delle comunità imprenditoriali dei nostri paesi in dialogo. È anche speciale che quest’anno celebriamo il 30esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Russia e Uzbekistan. Sono fiducioso che il nostro incontro oggi e il desiderio reciproco degli imprenditori dei nostri paesi di cercare nuove soluzioni e ulteriori punti di crescita aiuterà ad espanderci reciprocamente con forme benefiche di cooperazione. Mille Grazie!

“L’economia mondiale e globale e i mercati sono in uno stato di turbolenza. Come il presidente della Russia Vladimir Putin ha detto: il mondo è entrato in un periodo di trasformazione strutturale.

Molti del commercio, produzione e le catene logistiche precedentemente colpite dalla pandemia di coronavirus si trovano ad affrontare nuove sfide. Inoltre, concetti aziendali chiave come la reputazione aziendale, inviolabilità della proprietà, forza obbligatoria dei contratti e fiducia nel mondo, crollo delle valute, sono stati minati dai paesi occidentali. In questa situazione, è possibile affrontare efficacemente insieme le sfide attuali e future.

Il nostro Paese rimane aperto alla cooperazione con gli Stati amici, a coloro che comprendono i vantaggi della cooperazione con la Russia, Un paese vicino nella geografia, nella cultura e nei valori spirituali, basato su decenni di esperienza. Abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per costruire una cooperazione multiforme in progetti commerciali ed economici e investimenti con i nostri vicini più prossimi. L’Uzbekistan è certamente tra questi. Stiamo costruendo relazioni su principi di uguaglianza, reciprocità rispetto e considerazione per gli interessi reciproci.

Dopo i risultati dello scorso anno, in Russia, abbiamo superato la Cina. Abbiamo Buone dinamiche anche quest’anno. Abbiamo bisogno di lanciare nuovi e promettenti progetti in cooperazione industriale diretta, anche nei settori dell’ingegneria meccanica, farmaceutica, infrastrutture di trasporto e agricoltura.

Ampliamento della logistica i collegamenti, la creazione e il miglioramento dei corridoi di transito e di trasporto contribuirà in modo significativo alla modernizzazione dei settori economici e certamente, naturalmente, aumenterà la competitività delle imprese.

Per un’ulteriore cooperazione è necessario approfondire i legami dell’Uzbekistan con l’Eurasia, un U’nione economica. In termini di capacità di mercato, industriale e agricola e l’integrazione reciproca delle nostre economie, l’Unione è tra le principali associazioni di integrazione regionale. Comprende circa 190 milioni consumatori.

La decisione di concedere all’Uzbekistan lo status di osservatore ha aperto nuovi orizzonti per un’ulteriore crescita economica per il nostro confronto. La piena adesione all’EAEU darebbe un forte impulso allo sviluppo di cooperazione diretta in nuovi settori di interazione.

E un altro punto significativo. Nell’Unione economica eurasiatica, prestiamo seria attenzione alla sicurezza e alla qualità dei prodotti. A tal fine abbiamo istituito un sistema unificato di regolamentazione tecnica. Non c’è nient’altro di simile a livello internazionale in termini di portata e velocità di attuazione.

Siamo interessati a garantire che i prodotti uzbeki soddisfino elevati standard eurasiatici. Questo è importante per il attuazione delle quattro libertà fondamentali: la libera circolazione delle merci, servizi, capitale e lavoro. La Russia sostiene l’Uzbekistan nell’armonizzare i propri regolamenti tecnici con le norme dell’Unione. Siamo pronti a fornire consulenza, documentazione e attrezzature, accreditamento dei laboratori di prova e garanzia della uniformità delle misure.

La cooperazione ha un grande potenziale. I nostri capi di stato – Vladimir Putin e Shavkat Mirziyoyev – hanno fissato l’obiettivo di aumentare il commercio a $ 10 miliardi, le idee imprenditoriali, gli accordi e i progetti reciprocamente vantaggiosi aiuteranno. Gli Stati Uniti raggiungono questo ambizioso obiettivo. Ancora una volta, vorrei augurare Tutti i partecipanti al forum una discussione costruttiva e nuovi, promettenti accordi. E, naturalmente, terremo conto di tutto questo nel lavoro del nostro Governi.” Ha detto.

Secolo Trentino