“La seduzione” il libro di Pierrot, ovvero dottor Brenno

In un libro il sesso, come non si poteva fare.

Un tempo, ancor prima della Seconda Guerra Mondiale, nel pieno degli anni ’30 quando le popolazioni iniziarono a migrare in forma massiccia per lavoro (nascevano i nostri nonni ed i nostri genitori in quel tempo), la Chiesa iniziava a notare e considerare che questi viaggi – nel mondo già cattolico ma anche non – stavano trasformando le abitudini sessuali degli europei.

Si considerava Europa una parte ridotta rispetto ad ora, cioè al di qua dei paesi ad est; i primi a cominciare a mettere in dubbio che il sesso potesse essere solo una questione sociale furono i francesi, ma anche il resto d’Europa, o almeno provava, come la Spagna ad esempio, che era nota per i numerosi viaggi che da secoli avevano caratterizzato lo spirito della penisola.

La Chiesa quindi – notando questi comportamenti “peccaminosi” – si premurò di produrre libelli per le fanciulle, in modo da prevenire comportamenti errati in famiglia. Per le altre “cose” non osò prendere posizione. Ad esempio sul meretricio e sull’omosessualità la posizione negazionista si mescolava a quella proibizionista in un mix micidiale. In realtà le testimonianze assicurano che molti dei prelati usufruissero dei servigi. Il clima era repressivo, non come nel Medioevo – fulcro delle più erotiche fantasie sessuali indicibili – ma punitivo, proprio facendo perno sul concetto di illegalità e di perseguibilità. Separazioni, divorzi inclusi.


La Chiesa quindi si trovò a dover definire quale fosse il metodo per procreare (con efficacia ma senza godimento) nella coppia. L’unica posizione permessa dalla Chiesa era la “posizione del missionario”. Tutto questo nasceva perché nelle missioni i preti insegnavano alle persone come riprodursi in modo appunto “Cristiano”. I Missionari pensavano che Animismo e Satana fossero “fratelli”. La scienza ha dimostrato che si tratta di balle.

Il sesso nella coppia Cristiana era un obbligo coniugale. Non doveva essere fatto per piacere. Ha il compito della procreazione. Fino a poco tempo fa una coppia “bianca” poteva invalidare il Matrimonio al Tribunale della Sacra Rota. Un matrimonio senza sesso procreativo non era da ritenersi valido.

La posizione del missionario.

In tutto questo negli anni Trenta nasceva in Francia un libro de “La seduzione” di un certo Pierrot, che prevedeva di mostrare le posizioni sane e pure quelle sataniche. Ben molto meno spinto del Kamah Sutra o di moderni manuali del sesso. Il libro era clandestino vista la situazione clericale di cui sopra.

ALCUNE IMMAGINI DEL TEMPO ESPLICITE AL LINK – La foto in copertina ritrae Amore e Psiche di Canova.


Martina Cecco