Comunali Trento, Bisesti: “Le idee di Ianeselli troppo a sinistra per Trento. Parla di cose che non conosce con la massima arroganza possibile”

A poco meno di due settimane dal voto, assume toni sempre più accesi la campagna elettorale per le elezioni comunali di Trento. A incendiare la sfida è il botta e risposta tra Franco Ianeselli – candidato Sindaco per il Centrosinistra – e Mirko Bisesti, Segretario della Lega e Assessore provinciale alla Cultura.

Ad accendere il duello è stato l’ex-Segretario provinciale della CGIL che, nel corso di un suo comizio, ha attaccato la Lega e in particolare i Consiglieri provinciali Alessandro Savoi e Devid Moranduzzo, non ritenendoli adatto a trovare finanziamenti utili a Trento, colpendo così il candidato Sindaco del Centrodestra Andrea Merler, asserendo che non abbia a sua disposizione una squadra che possa portare a termine tale compito.

Segretario Bisesti, Ianeselli attacca la Lega dicendo che non vi sia all’interno del vostro partito la capacità di ottenere fondi, forse suggerendo anche un richiamo alla nota polemica sui milioni dalla Russia. Come rispondere a simili accuse?

Ianeselli parla di cose che non conosce con la massima arroganza possibile. Lui che competenze ha? L’attacco fatto a Savoi e a Moranduzzo sul Qatar è la dimostrazione della classica arroganza di sinistra e soprattutto dell’estrema sinistra.

Un atto di arroganza che però getta ombre sul vostro partito e sulla vostra coalizione. Pensate che Ianselli sia uscito rafforzato da questo intervento pubblico?

Assolutamente no. Anzi, ha dimostrato il suo vero volto. Trento non merita un Sindaco che è assolutamente divisivo e che non è mai stato eletto a nulla se non all’interno della CGIL! Il suo scopo non è quello di amministrare Trento ma di fare politica o meglio propaganda politica. Lui parla di Qatar e di rapporti con l’estero? Forse la paura di andare al ballottaggio lo fa straparlare.

Eppure Ianeselli si presenta come un candidato “di tutti”, ispirandosi persino a De Gasperi…

Ma lo stesso che si rivolge ai tesserati CGIL dicendo Care compagne e cari compagni? Quello del braccio teso con pugno sinistro chiuso? Trento ha bisogno di ripartire e lui, che non ha fatto un solo giorno di amministrazione in vita sua, si presenterà con la stessa squadra degli uscenti che, a detta di tutti e non solo di quelli della Lega, hanno tenuto Trento immobile negli ultimi anni.

Quando parla di “Giunta degli uscenti”, intende dire che non ci sarà il “cambiamento” in caso di vittoria di Ianeselli?

Gli uscenti sono candidati e giustamente stanno tutti facendo campagna elettorale. Se eletti non faranno nuovamente gli assessori? In questo caso dovrebbe dirlo pubblicamente a loro, ma se ad oggi non l’ha detto un motivo ci sarà… Se non ci sarà un cambio di passo deciso Trento, purtroppo, non potrà avere un futuro molto roseo. La Lega e Merler Sindaco sono l’unica alternativa, avendo dimostrato con i fatti e non con le parole che cambiare in meglio si può!