FdI riprende Paoli per le sue parole su Atz Tammerle, Consigliera del partito indipendentista di Eva Klotz

“Dopo le parole di Savoi, purtroppo un nuovo deplorevole episodio nella politica Trentino-altoatesina. Vorremmo davvero vivere in un mondo dove nell’agire politico ci si rispettasse pienamente”.

E’ iniziato così l’intervento con il quale il gruppo regionale di Fratelli d’Italia, composto dai Consiglieri Alessandro Urzì, Claudio Cia, Alessia Ambrosi e Katia Rossato, ha voluto commentare le recenti polemiche sorte a seguito dell’intervento delle parole rivolte dal consigliere leghista, Denis Paoli, alla collega Myriam Atz Tammerle de Sud Tirol Freiheit.

A scatenare polemiche e discussioni sono state le parole del Consigliere provinciale della Lega, Denis Paoli, che, durante un’intervento all’ultimo Consiglio Regionale si è rivolto alla collega Myriam Atz Tammerle con la seguente espressione: “Ho profondo rispetto per il genere femminile. Se vuole forma e serietà allora le dico che qui non facciamo un pigiama party (…). Si vesta in modo un po’ più serio. I pigiama party li faccia a casa sua”.

Tali parole sono (probabilmente) arrivate in risposta alle accuse che la Consiegliere di Sud Tirol Freiheit aveva rivolto a Maurizio Fugatti, reo di aver usato modi scortesi ed aver mancato di rispetto all’intero Consiglio. Con la stessa Atz Tammerle che aveva affermato: “Non è accettabile questo disprezzo, non dal Presidente della Regione che dovrebbe rappresentarci.”

A poche ore dai fatti, il gruppo regionale di Fratelli d’Italia è intervenuto a sostegno del Consigliere Atz Tammerle condannando le parole di Paoli. I Consiglieri di FDI dopo aver evidenziato di essere rimasti colpiti dalle parole del Consigliere leghista hanno ricordato come il vestiario non abbia nulla a che vedere con le posizioni politiche.

“Il rispetto per la dignità della persone, soprattutto in un’aula istituzionale, va sempre messo al primo posto! E per noi vale come regola assoluta. Oggi abbiamo come sempre, come FdI, mostrato il nostro rispetto verso le Istituzioni proprio partecipando al voto ma astenendoci di fronte alla proposta di presidente avanzata. Non vogliamo prestare il fianco a speculazioni che danneggino la Regione. Lo avevamo detto e lo ripetiamo” hanno proseguito Alessandro Urzì, Claudio Cia, Alessia Ambrosi e Katia Rossato.

Gli esponenti di Fratelli d’Italia hanno poi asserito come, a partire dalla prossima seduta del Consiglio, pretenderanno passaggi politici chiari e di responsabilità verso la Regione ed il suo ruolo futuro, oltre che un impegno formale per evitare che azioni del genere possano ripetersi e che tra i Consiglieri possa regnare rispetto e correttezza.

“Lo spettacolo di oggi, sul fronte del vuoto politico e dei comportamenti, merita uno scatto di orgoglio che Fratelli d’Italia porrà sin dalla prossima seduta. Pretendendo da maggioranza ma anche opposizione atti di responsabilità e impegno chiari a favore della Regione. A distruggere si fa presto, a ricostruire no. Ma per questo la Lega e gli autonomisti (che della Regione hanno fatto sempre un vanto) hanno il dovere di cambiare registro. Lo pretenderemo. Nulla da parte di FdI dovrà darsi più per scontato” ha infine concluso il gruppo regionale di Fratelli d’Italia.