Lotta al cancro, Cattoi (Lega): “Dalla politica devono arrivare strumenti normativi e supporto”

Il cancro è un argomento delicato, sempre difficile da affrontare, ma che è presente, purtroppo, nelle vite di tante famiglie e non va ignorato. Oggi in Italia convivono con il cancro 3,6 milioni di italiani, un incremento del 36% rispetto il 2010. 

Questa mattina a Roma ho rinnovato il mio impegno politico per la lotta ai tumori attraverso la sottoscrizione di un nuovo accordo di legislatura 2022/2027 con la Presidente di Salute Donna Onlus Anna Mancuso e con tutti i rappresentanti delle 43 associazioni di pazienti che collaborano con la prima piattaforma di stakeholder in oncologia ed oncoematologia nata in Italia nel 2014” dichiara l’Onorevole della Lega Vanessa Cattoi, riferendosi alla piattaforma “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere!” che ha raggiunto molti risultati durante questa diciottesima legislatura (“Ma si può e si deve fare di più!” ha commentato l’Onorevole leghista)

Sia personalmente che come gruppo Lega la Cattoi ha assicurato che continuerà questo importante impegno anche nella prossima legislatura per l’approvazione della proposta di Legge per aumentare di 10 ore i permessi retribuiti annui per le visite dei malati oncologici oltre ad aumentare da 6 a 24 mesi il periodo di aspettativa per i malati oncologici in modo che possano dedicarsi a curarsi e guarire senza aver la paura di esser licenziati.

La proposta era al traguardo finale dell’approvazione in commissione bilancio, mancava la relazione della ragioneria generale dello Stato, per poi esser portata in aula ma verrà subito ripresentata. Il patto sottoscritto è un impegno che prosegue perché il cancro non ha colore politico!” ha concluso la deputata.