Attualità

Il Post-it di Marco Vannucci: il Covid, la cura ed il terrore

A sette giorni dalla diagnosi, oggi, tampone negativo. Posso dire che sia passata? Si, seppure lascia una forte spossatezza. Non m’azzardo in sciocchi paragoni, non essendo un medico mi sollevo pure dall’essere un tuttologo di Facebook, certamente il terrore psicologico c’è stato ed è inutile nasconderlo. Un terrore risultato infondato, fortunatamente ed almeno per quanto mi riguarda, per questa variante contagiosa, si, ma non certamente pericolosa come vorrebbero far intendere. Meglio così. Però, illustri, cercate di cambiare la vostra comunicazione rapportandola alla concretezza dei fatti. Il terrorismo psicologico è l’ultima variante del Covid per la quale ne faremmo volentieri a meno.
Marco Vannucci.

Tags
Secolo Trentino