Fedez e le offese alla Madonna e a Gesù

0
806

Il noto rapper Fedez, pseudonimo di Federico Leonardo Lucia, non è mai stato un personaggio taciturno o imparziale: tra i tanti soggetti delle sue canzoni, spesso ritornano la Madonna, Gesù Cristo e la religione. Un tema che a quanto pare gli sta particolarmente a cuore, visto che torna in molti dei suoi iniziali album e mixtape: BCPT Mixtape (2010), Tutto il contrario remixtape (2011), Penisola che non c’è (2011), Il mio primo disco da venduto (2011), Sig. Brainwash – L’arte di accontentare (2013), Pop-Hoolista (2014).

In merito al suo rapporto con la religione, in un’intervista rilasciata a Panorama il 14 settembre 2015 (in occasione dell’evento Panorama d’Italia, proprio a Trento), aveva commentato:

“Penso alla chiesa come a una multinazionale che ha le sue regole di marketing: rispetto la fede, ma non la multinazionale”.

Ma è proprio sicuro che manchi di rispetto solo alla “multinazionale”? A tutto c’è un limite, molto spesso decisamente labile. Forse però tra la critica dei costumi della Chiesa e l’offesa ai dogmi della religione cristiana il confine è abbastanza marcato: si può superare consapevolmente o fermarsi alla critica dell’opulenza, dell’ipocrisia, o che dir si voglia. Questo è ben lontano dal difendere chiunque offenda la Chiesa come istituzione, ma finché si parla di critiche, possono essere costruttive – in fondo, anche il Papa è umano, e sbagliando si impara.

Quando però si offende la religione cristiana, un esame di coscienza è più che necessario. Fin dove ci si può spingere? Non basta professarsi atei, bisogna per forza oltraggiare ciò che un’altra persona crede? Non si può vivere la propria conflittualità interiore senza sfociare nell’oltraggio?

Fedez non ci ha pensato due volte, e ha varcato la porta dell’offesa a piè pari. Ecco ad esempio cosa dice in Blasfemia pt. 2:

La Madonna piange sangue prestatele un fazzoletto
ma come si fanno i figli ancora non gliel’hanno ancora detto
Immacolata concezione , ma è stata con un uomo a letto
come cazzo è uscito Gesù Cristo da un buco così stretto?!
Sto arrivando in Paradiso spalancatemi le porte
ho confuso il Vangelo con il libro di Harry Potter
Ho fatto un errore non lo posso nascondere
Con questi libri di fantasia ci si può sempre confondere
Baciamo la mani a Sua Santità
in questo mondo dove la vera trasgressione è la normalità
Le suore sono tubi non riesci a farle stare zitte
ti seguono su Twitter, sono tutte quante iscritte
Dei cinque tuoi fedeli, bella brother, bella sister
Confessa al mondo che anche il Papa si ammazza di pippe!

Certo, questo testo si trova contenuto in Tutto il contrario Remixtape, ragion per cui si potrebbe pensare che sia stata un’offesa voluta per dimostrare di pensare il contrario. Tralasciando l’assurdità di tale ipotesi, non era la prima volta che il rapper giocava con la fede altrui: lo dimostra il testo precedente a questo, molto di nicchia e molto meno conosciuto, tratto da BCPT Mixtape, ovvero Blasfemia pt. 1.

Se credi in Gesù Cristo credi al mostro di Lochness,
quest’Italia fa schifo come un’anziana in topless,
[…]
Io non vivo tra i codardi,
ma se la Madonna piange sangue perché il mestruo le è arrivato un po’ tardi

E dallo stesso mixtape proviene Tu come li chiami:

Quando il Papa è morto anche io ho pianto
Perchè sapevo che ce ne sarebbe stato un altro
E quelli che pregano si mettono in ridicolo
Io spero che non credano in quello che dicono
Ma in fondo io ti invidio perché almeno tu ci riesci
A credere in un uomo che moltiplicava i pesci
Esseri umani mi ammalo di tumore
Diventerò credente pregherò al Signore
La religione diventa potente
Solamente grazie alla disperazione della povera Gente. 

Anche in Polaroid da Sign. Brainwash sente il bisogno di commentare:

 

Ma anche se in questo Dio noi non ci crediamo
Tu… Dacci oggi il nostro sbattimento quotidiano

[…]

E se Dio si è fatto Instagram è già un bimbominchia
Perché qualsiasi foto faccia è sempre fatta dall’alto

La lista di citazioni religiose sarebbe ancora lunga, ma per ora è meglio fermarsi qui.

Per i cristiani, la Madonna è madre di tutti e Dio è padre di tutti. Mr. Fedez, cosa faresti se offendessero tua madre, se sputassero sopra a tuo padre? Se, come hai fatto tu, qualcuno lo tatuasse sul basso ventre a commentare con un imbarazzante gioco di parole “Oh my God!” il proprio pene?

Ma soprattutto: un personaggio come Fedez, ha bisogno davvero di offendere la religione cristiana per guadagnare?

Forse Fedez non è esattamente il miglior esempio per i giovani. Meglio ricordarlo in versione romantica davanti alla Ferragni, o cantare con lui l’inno di Pio e Amedeo. Le canzoni da lui create sono state fatte prima del suo successo commerciale, si spera che sia stata una fase ormai conclusa della sua vita.

Silvia Vazzana