La "Presa della Bastiglia", il 14 luglio 1789 l'evento che diede inizio alla Rivoluzione Francese

Il 14 luglio è una data simbolo della libertà e dell’uguaglianza per la Francia e più in generale per l’Europa, in questa data ricorre l’anniversario della “Presa della Bastiglia” l’evento che ha poi scatenato la Rivoluzione Francese e che ha portato alla fine dell’Ancièn Regime e della società dell’epoca.
Nel 1789 la popolazione parigina versava in una forte situazione di povertà , attanagliata dalle tasse e dalle difficoltà temeva che una grave carestia potesse colpirla da un momento all’altro. Lo stato francese decise così di indire il 5 maggio 1789 gli “Stati Generali”, un’assemblea dei tre ceti (clero, nobiltà e popolazione urbana), per discutere e deliberare circa la forte crisi economica che stava mandando la Francia in rovina.
Sabato 11 luglio 1789 il ministro delle finanze Jacques Necker venne destituito da Re Luigi XVI per aver più volte manifestato idee vicine alla popolazione più povera e quindi contro la visione assolutistica e privilegiata dell’aristocrazia e del clero, che non volevano assolutamente rinunciare ai loro privilegi.
A seguito dell’allontanamento di Necker la popolazione insorse, indignata per la destituizione dell’unica figura che aveva dimostrato un minimo di compresione per la loro critica situazione economica, decise di manifestare dando alle fiamme 40 dei 50 ingressi che permettevano di entrare a Parigi e saccheggiando diversi luoghi sospettati di essere magazzini per provviste di cibo.
I tumulti arrivarono al loro apice la mattina di martedì 14 luglio 1789, quando la popolazione stanca di essere affamata e non considerata dai primi due stati decise di attaccare la Prigione della Bastiglia, considerata da più come il simbolo del potere monarchico che li opprimeva.
La prigione, governata all’epoca da Bernard-René Jourdan de Launay, era quasi completamente in disarmo e al suo interno stazionavano solamente 114 guardie che non riuscirono a contrastare la folla e dopo diverse ore de Launay fu costretto a firmare la resa. Questo non fermò la folla che linciò il governatore e le guardie decapitandoli e infilzando le loro teste su delle picche che vennero usate come simbolo della vittoria.
La Presa della Bastiglia divenne così uno dei simboli della Rivoluzione Francese, il successo di quell’operazione diede al popolo la forza di continuare a combattere per i propri diritti arrivando poi negli anni successivi a rovesciare completamente il sistema assolutistico che reggeva la Francia da ormai diversi secoli.
A distanza di più di un secolo dagli eventi che hanno portato allo scoppio della Rivoluzione Francese, il 14 luglio in Francia viene festeggiato come una delle più importanti feste nazionali. Con il passare degli anni questa data è diventata il simbolo degli ideali di libertà, uguaglianza e fraternità che hanno caratterizzato gli animi della popolazione durante tutta la rivoluzione.
Oggi la prigione della Bastiglia non esiste più, l’edificio venne demolito in seguito ai fatti del 1789, ma il luogo dove sorgevano le carceri è uno dei posti più famosi e caratteristici di Parigi. Place de la Bastille accoglie ogni anno milioni di turisti e appassionati desiderosi di vedere uno dei luoghi che ha fatto la storia della Francia e dell’Europa intera.
Carlo Alberto Ribaudo