Bisesti, Segretario della Lega Trentino, contro l’invasione turca della Siria

Continuano a soffiare venti di guerra in Siria, dove gli strascichi della lunga e sanguinosa guerra civile e l’altrettanto intensa lotta all’ISIS hanno destato nel corso degli anni più di qualche preoccupazione. L’ultima notizia è che nel Nord-Est del paese sono iniziati dei bombardamenti ordinati dalla Turchia con diverse vittime tra i civili della popolazione curda.

Mirko Bisesti, Segretario Nazionale della Lega Salvini Trentino, ha manifestato tutto il suo disappunto tramite un post su Facebook: “Un popolo che ha combattuto duramente e in primissima linea contro l’ISIS, un popolo che ha sconfitto in molte zone il Califfato islamico e ora, dopo essere stato usato, è stato tradito da chi ha sempre e solo seguito i propri interessi senza guardare alle conseguenze” sostiene riferendosi alla Turchia.

Di quelle azioni e delle ovvie conseguenze, l’Italia dovrebbe essere la prima a dire la sua. Nel Mediterraneo noi ci viviamo e ci siamo inseriti come nessun’altra potenza mondiale: un tempo era il Mare Nostrum, senza alcun richiamo alla sbagliata operazione search and rescue, oggi di quel mare siamo semplici spettatori” continua Bisesti.

Per chiudere, il Segretario nazionale lancia anche una provocazione al Ministro degli Esteri: “Vedremo cosa farà l’Italia, con la politica esterna in mano a Luigi Di Maio e l’inesistente politica estera europea di fronte alla crudeltà e alla violenza di ciò che sta accadendo oggi ai curdi nel Nord della Siria“.